Abusi edilizi nell'hotel a Castel San Giorgio, in due finiscono a processo

I due, rispettivamente proprietario e locatario della struttura situata, avrebbero realizzato un cambio di destinazione d’uso al piano interrato, trasformando illecitamente i locali deposito in sale ristorazioni e cucina

Rispondono di abusi edilizi per aver realizzato opere abusive ad una nota struttura alberghiera due persone, finite ora a processo. I due, entrambi di Nocera Inferiore, rispettivamente proprietario e locatario della struttura situata a Castel San Giorgio, avrebbero realizzato un cambio di destinazione d’uso al piano interrato, trasformando illecitamente i locali deposito in sale ristorazioni e cucina, per una superficie di circa 100 metri quadri: i vani risulterebbero rifiniti e ultimati, secondo la relazione allegata agli atti dell’inchiesta portata avanti dalla Procura

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse

All’interno, con annesso locale destinato a caffetteria, al posto del ripostiglio era stato realizzato un completo locale cucina rifinito e ultimato con cella frigorifera, impianto cucina con fornelli e cappa. Le accuse riguardano anche l’assenza di una redazione di progetto a cura di un professionista abilitato e iscritto all’albo, con le difformità rispetto al permesso di costruire, in una zona sottoposta a vincolo ambientale e paesaggistico, senza la relativa denuncia allo sportello unico presso il Comune. Il tutto, ancora, era stato realizzato in zona sismica, senza avviso, omettendo il contestuale deposito dei progetti presso l’ufficio, senza rispettare i criteri tecnico-costruttivi prescritti presso le zone. I fatti contestati, come ricostruito nel corso della fase preliminare d’indagine, risalgono al 16 ottobre 2018, data dell’accertamento, con sopralluogo effettuato dai vigili urbani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento