Cronaca Castel San Giorgio

Violenza sessuale su minore, i giudici respingono due patteggiamenti

I due sono coinvolti nell'indagine concentrata sullo sfruttamento di una 13enne che veniva indotta dalla madre a prostituirsi. Due delle persone che avrebbero abusato di lei si sono visti respingere la pena concordata dai giudici

Via al processo per i due uomini accusati di avere abusato di una 13enne di Castel San Giorgio. I giudici della seconda sezione penale presso il tribunale di Salerno hanno respinto la richiesta di patteggiamento avanzata da uno dei due imputati (un romeno residente nell’Agro nocerino), aprendo di fatto il dibattimento e procedendo all'acquisizione di quanto richiesto da pubblico ministero e difesa. All’immigrato la ragazzina sarebbe stata ceduta più volte dalla madre, che nello scorso novembre è già stata condannata in abbreviato a sette anni di carcere per favoreggiamento della prostituzione minorile. L’altro imputato che ha scelto il rito ordinario è invece un 32enne di Castel San Giorgio, che per gli inquirenti sarebbe stato per l’adolescente una sorta di fidanzato e che si trova ora sotto processo per violenza sessuale su minore

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale su minore, i giudici respingono due patteggiamenti

SalernoToday è in caricamento