menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aumenti dell'acqua a Castel San Giorgio: il Comune fa ricorso

L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Franco Longanella, ha presentato una serie di ricorsi contro le delibere dell’Ato3 Campania

L'amministrazione comunale di Castel San Giorgio, guidata dal sindaco Franco Longanella, comunica che nella riunione di giunta del 29 maggio 2014, è stata approvata una delibera avente per oggetto: ricorso Tar impugnazione delibere commissario straordinario ATO 3 Campania. Il Comune aveva già precedentemente provveduto ad impugnare la delibera n.17 del 29 aprile 2013, che aveva per oggetto gli aumenti tariffari del servizio idrico integrato pari al 6,5% per il 2012 e al 6,5% per il 2013.

Oggi, in continuità, impugna con motivi aggiunti, resisi necessari, ovvero con separato ricorso, la delibera commissariale n. 26 del 27 marzo scorso.  In relazione invece alla delibera commissariale del 31 marzo 2014, con la quale l'Ente d'Ambito ha adottato tariffe e Pef per gli anni 2014 e 2015, con una previsione di aumento tariffario in percentuale del 44% per il 2014 e del 68% per il 2015 (percentuale calcolata sulle tariffe 2013), che comporterà nel corso degli anni un incremento vorticoso del prezzo dell'acqua a tutto danno dei cittadini, il Comune di Castel San Giorgio si oppone conferendo all'avvocato Giuseppe Grauso, del Foro di Nola, l'incarico di legale per l'impugnazione delle delibere 26 e 27 del commissario straordinario dell'ATO 3 Campania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento