Cronaca

Affitti in nero, pugno duro a Castellabate: nei guai 38 operatori turistici

La Polizia locale, insieme alla Guardia di Finanza di Agropoli e ai Carabinieri, sta svolgendo un attività di controllo mirata a disciplinare il panorama delle strutture ricettive alberghiere, extra alberghiere e all’aria aperta

L’amministrazione comunale di Castellabate ha disposto controlli serrati per dare un freno agli affitti in nero e multare i titolari di strutture abusive.

Il blitz

La Polizia locale, insieme alla Guardia di Finanza di Agropoli e ai Carabinieri, sta svolgendo un attività di controllo mirata a disciplinare il panorama delle strutture ricettive alberghiere, extra alberghiere e all’aria aperta. In questi mesi è stato avviato un piano sinergico e strategico in più fasi che si sta concentrando sulle violazioni relative agli appartamenti  e case vacanze non autorizzate ai sensi della Legge Regionale 17/2001, grazie anche ad una  costante disanima di tutti portali web di prenotazione e i  siti di intermediazione turistica. Il primo risultato emerge dal notevole incremento di autorizzazioni,  ai sensi della L.R.17, presentate al Suap: 66 solo nelle ultime due settimane. I proprietari delle abitazioni che svolgono affitti in nero, senza alcuna autorizzazione commerciale e che non comunicano i dati sia in questura che agli uffici comunali, rischiano una sanzione pecuniaria di 3mila, oltre al recupero delle imposte non versate e una denuncia alla Procura della Repubblica e alla Questura.

I commenti

Soddisfatto il sindaco Costabile Spinelli: “Sono stati già effettuati 689 controlli presso strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere presenti nel nostro comune, determinando l’accertamento di centinaia di strutture per mancate entrate relative alla tassa di soggiorno, e soprattutto sono stati individuati 38 operatori che non agivano nella legalità  sulla scia delle attività avviate già lo scorso anno quando 5 strutture abusive sono state immediatamente chiuse con l’apposizione dei sigilli». Gli fa eco l’assessore al turismo Luisa Maiuri: “I controlli sono tesi a migliorare la qualità del nostro turismo, solo attraverso una seria attività di monitoraggio si può puntare ad un’ospitalità di alto livello è uno standard che merita un comune come il nostro e per questo continueremo su questa linea”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitti in nero, pugno duro a Castellabate: nei guai 38 operatori turistici

SalernoToday è in caricamento