menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castellabate, bloccati i lavori sul litorale contro l'erosione costiera

Gli interventi sono stati svolti senza osservare le prescrizioni impartite dall’Ente Parco: immediato il provvedimento

Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato, eseguendo il decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Vallo della Lucania, hanno fermato i lavori sul litorale del Comune di Castellabate e sequestrato il cantiere. Tali interventi, finalizzati secondo il progetto a mitigare i fenomeni di erosione costiera e consistenti nella realizzazione di banchine sommerse per diverse centinaia di metri, sono stati svolti senza osservare le prescrizioni dell’Ente Parco a tutela dell’Area Marina Protetta.

A differenza, infatti, degli stessi lavori che hanno riguardato la costa cilentana, la fascia di mare compresa fra le punte di Tresino e Licosa è un’area ricca di biodiversità. Nel fondali marini di Castellabate si incontrano il coralligeno e praterie estese di Posidonia oceanica, nel cui interno si proteggono e si cibano numerose specie di pesci e crostacei alcune di queste molto rare. Per salvaguardare tale area era necessario, durante l’esecuzione dei lavori, un monitoraggio che, pur tenendo conto della finalità di mitigazione dell’erosione proprie dell’opera, tutelasse anche quel complesso equilibrio ambientale tipico di un’Area Marina protetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento