Si fa prestare 400 mila dollari, poi scappa dall'Ucraina: 46enne arrestato a Cava

L'uomo è stato rintracciato dalla Polizia presso una nota struttura ricettiva metelliana, dove aveva preso alloggio fornendo un passaporto rilasciato dalle autorità greche. E' accusato di truffa

Era ricercato da diversi mesi in Ucraina per una truffa di oltre 400mila dollari. Ma gli agenti della Polizia di Stato lo hanno rintracciato a Cava de’ Tirreni dove l’uomo, proveniente dalla Germania, ha pensato di fare sosta per poi riprendere il viaggio verso la Grecia.

Il blitz

Si tratta di un ucraino di 46 anni che è stato intercettato e bloccato dagli agenti del locale commissariato. L’uomo è risultato essere ricercato per motivi estradizionali a seguito dell’esecuzione di un mandato di arresto internazionale emesso dall’autorità giudiziaria ucraina dovendo scontare sei anni di reclusione poiché accusato di truffa, commessa nella città ucraina di Odessa nel mese di giugno del 2005 e successivamente nel 2008, ai danni di un connazionale. Il 46enne, con la scusa di fare un affare in società, prese in prestito dalla vittima prima 100.000 dollari americani e poi altri 310.000 dollari, spendendoli per i propri scopi personali. Successivamente si è rifiutato di restituirli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi è rintracciato presso una nota struttura ricettiva di Cava de’ Tirreni, dove aveva preso alloggio fornendo un  passaporto rilasciato dalle autorità greche. In poco tempo è stato sottoposto ai consueti accertamenti foto-dattiloscopici, all’esito dei quali  è risultato essere proprio l’uomo ricercato dalla magistratura ucraina. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato rinchiuso presso la casa circondariale di Salerno - Fuorni a disposizione della competente Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Salerno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento