In casa con droga ed armi illegali, arrestati 3 fratelli a Cava: poliziotto azzannato da un cane

Gli agenti del commissariato di Polizia hanno fatto irruzione all'interno di un'abitazione situata in una delle frazioni della città. Numeroso il materiale posto sotto sequestro

Momenti di tensione a Cava de’ Tirreni, dove gli agenti della Polizia di Stato hanno effettuato un controllo all’interno di un’abitazione, situata in una frazione alta del comune, di tre fratelli: M.S di 42 anni, C.S di 45 e C.S di 31, incensurati. Il blitz è scattato perchè, nei giorni scorsi, era stato notato un sospetto andirivieni di veicoli.

Il blitz

Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 18, gli agenti hanno notato due giovani a bordo di un motociclo “Piaggio Beverly”, con targa parziale, nelle adiacenze del cancello di ingresso dell’abitazione, mentre si allontanavano velocemente in direzione del centro di Cava facendo perdere le loro tracce. Di qui, la perquisizione personale e locale nel corso della quale, all’interno della loro casa, hanno rinvenuto 4 bossoli esplosi per pistola calabro 44 Magnum, una scatola contenente denaro contante suddiviso in banconote di piccolo taglio per complessivi 7.845 euro, 135 cartucce per fucile calibro 12 a pallini e pallettoni di vari calibri e marche, 89 inneschi per cartucce da fucile ed una carabina ad aria compressa. I controlli, successivamente, si sono estesi al terreno di proprietà, adiacente all’abitazione, e all’interno di una serra artigianale di circa 60 mq, ben nascosta dalla fitta vegetazione, dove sono state trovate 20 piante di marijuana dell’altezza di circa 1,50 metri; 30 piante di marijuana dell’altezza di 50 cm; altre 10 piante in stato di germoglio, un apparecchio digitale per la misurazione della temperatura e dell’umidità, stimolanti per aumentare la potenzialità della sostanza stupefacente coltivata ma anche materiale per la coltivazione ed irrigazione. In un rudere di proprietà dei tre fratelli, adiacente alla serra, sono state rinvenuti anche un fucile marca franchi calibro 12 sovrapposto risultato rubato da un’abitazione, uno zaino contenente 20 cartuccere in cuoio e 95 cartucce per fucile calibro 12 a pallino e pallettoni.

L'aggressione e gli arresti

Durante la perquisizione uno dei tre fratelli ha aizzato un cane di grossa taglia contro un ispettore superiore del commissariato di Cava, il quale è stato addentato al polpaccio destro riportando una ferita medicata presso il locale ospedale e giudicata guaribile in 5 giorni. I tre fratelli, dunque, sono stati arrestati per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso, detenzione abusiva di armi, ricettazione, omessa denuncia di materie esplodenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, omessa custodia e malgoverno di animali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento