Cronaca

Cava, gara d'appalto "alterata": indagato anche un consigliere comunale

Una gara pubblica alterata dal cambio di un'offerta, contenuta all'interno di una busta già sigillata. Per il reato di turbativa d'incanti, sono indagate tre persone. Tra queste, il consigliere comunale Anna Padovano Sorrentino

Una gara pubblica alterata dal cambio di un'offerta, contenuta all'interno di una busta già sigillata. Per il reato di turbativa d'incanti, sono indagate tre persone. Tra queste, c'è il consigliere comunale di maggioranza, Anna Padovano Sorrentino

Il cambio dell'offerta

Le indagini condotte dalla Procura di Nocera Inferiore sono concluse. Oltre al consigliere, la cui delega al patrimonio fu revocata dal sindaco dopo che il primo cittadino portò gli atti in procura, sono indagati anche M.L.Z. , funzionario del Suap (sportello unico per le attività produttive) oltre che responsabile della prevenzione della corruzione, e il privato cittadino, O.T. L'attività investigativa è stata condotta dal sostituto procuratore a Nocera, Angelo Rubano, e dai carabinieri della sezione p.g. del luogotenente Alberto Mancusi. I fatti risalgono al 6 febbraio scorso. Sullo sfondo vi è la gara d'appalto per alienare tre immobili del Comune. Dalle accuse, O.T. dopo aver presentato la sua offerta, fu informato di una seconda giunta in extremis all'ufficio protocollo. Insieme alla funzionaria e al consigliere comunale, riuscì a farsi consegnare la sua di busta, per aprirla e cambiare al suo interno la propria offerta. Rendendola più vantaggiosa. L'amministrazione fu informata giorni dopo, con una segnalazione anomina. Con le indagini chiuse, le tre persone hanno venti giorni di tempo per chiedere di essere sentite e difendersi dalle accuse che vengono loro mosse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava, gara d'appalto "alterata": indagato anche un consigliere comunale

SalernoToday è in caricamento