Cibo scaduto esposto sugli scaffali, condannato per decreto commerciante cavese

I fatti risalgono al mese di giugno scorso, durante un controllo dei carabinieri del Nas

Cibo scadente, esposto alla vendita, commerciante di Cava condannato ad una multa dalla Procura di Nocera Inferiore. I fatti risalgono al mese di giugno scorso, durante un controllo dei carabinieri del Nas

Il blitz

All'interno di una salumeria, i militari scoprirono alcuni alimenti, esposti su alcuni scaffali, detenuti in cattivo stato di conservazione, come formaggi e wrustel, con sopra date per il consumo scadute e con evidenti segni di muffa, oltre che maleodoranti. Dopo la denuncia a piede libero, l'organo inquirente ha condanato l'uomo attraverso decreto penale di condanna, dunque ad una sanzione pari a 2580 euro, da pagare allo Stato. Qualora l'imputato, un commerciante, decidesse di opporsi, sarà giudicato attraverso un pubblico processo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento