Cava, compagna maltrattata e picchiata per anni: 46enne rischia il processo

I fatti contestati vanno dal 2014 al 2019, con i referti medici che raccontano di lesioni e contusioni mandibolari e alla testa, subite dalla donna, dopo le visite in ospedale

Rischia il processo per aver più volte picchiato la compagna, un 46enne di Cava, con calci, schiaffi e pugni, al limite della sopportazione, secondo le accuse della Procura di Nocera Inferiore

La storia

Il gesto di estrema violenza che l'imputato avrebbe commesso, fu quello di disporsi letteralmente sulla donna, con le ginocchia posate sul corpo, sferrandole pugni alla testa. I fatti contestati vanno dal 2014 al 2019, con i referti medici che raccontano di lesioni e contusioni mandibolari e alla testa, subite dalla donna, dopo le visite in ospedale. Tra i due la convivenza non funzionava più, al punto da spingere l'imputato a maltrattare la compagna, sempre per futili motivi, tra insulti, offese e violenze psichiche e fisiche di ogni tipo. A rimetterci fu anche la nipote della compagna, anch'ella aggredita, con una maglietta strappata, prima di finire colpita da schiaffi e pugni dallo stesso. Anni di violenze, che ora finiscono dinanzi al gip, in udienza preliminare, prima del processo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento