menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cava, imprenditore pestato per far desistere il socio dal comprare un immobile: 3 condanne

Sullo sfondo, l'agguato consumato contro l'imprenditore Antonio Della Monica, di un funzionario di banca ed un intermediario immobiliare

Pestarono imprenditore ed altre due persone, sono stati condannati in primo grado gli esecutori materiali e il presunto mandante, per quanto accaduto nel gennaio del 2019, a Cava de' Tirreni. Sullo sfondo, l'agguato consumato contro l'imprenditore cavese Antonio Della Monica, di un funzionario di banca ed un intermediario immobiliare. Il collegio ha giudicato colpevole F.A. a 5 anni e 4 mesi di reclusione, mentre i fratelli C.M. e E.M. a 3 anni e 4 mesi

La storia

I fatti risalgono all'11 gennaio scorso. Quel pomeriggio, le tre vittime erano in corso Mazzini per valutare un palazzo messo in vendita dai proprietari che risiedono al nord e di cui era interessato proprio un socio di Della Monica. Il pestaggio si consumò intorno alle 15. Una volta entrati nel palazzo, i tre furono accerchiati da almeno sei persone, alcune a volto coperto e altre no. Le vittime riuscirono a fuggire con non poca difficoltà, prima di essere soccorsi in ospedale ed essere interrogati dai carabinieri. Cinque mesi dopo, i tre imputati finirono agli arresti domiciliari. L'azione criminale serviva, secondo le accuse, a far desistere quella quarta persona ad acquistare lo stabile, al quale era interessato anche uno degli imputati. F.A. è stato ritenuto mandante dell'azione criminale, mentre i due fratelli quali esecutori materiali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento