rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cava de' Tirreni

Cava, possiede un fucile con matricola abrasa: patteggia 1 anno e 6 mesi

Ad avviare il lavoro dell'ufficio inquirente era stato il controllo partito da un pregresso accertamento: perquisizione e ritrovamento del fucile. 

Ha scelto di patteggiare, concordando la sua pena ad un anno e sei mesi di reclusione, un uomo di Cava di 48 anni, incensurato, finito sotto accusa per detenzione illecita di un fucile clandestino, trovato nel corso di una perquisizione domiciliare.

La storia

L’arma, con matricola abrasa, canna accorciata e alterazione del calcio, era già stata oggetto di provvedimento di illegale detenzione per il padre. L'oggetto era privo di segni di riconoscimento. Questi era finito in arresto, con applicazione della misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, difeso di fiducia dall'avvocato Enrico Bisogno del foro di Nocera Inferiore. Al termine della fase preliminare delle indagini, l'imputato ha scelto con la sua difesa di ammettere le colpe e accedere al rito alternativo, proponendo un accordo al giudice con il consenso del pm. L’arma sarà affidata all’autorità competente per la distruzione, con preliminari accertamenti balistici; l’uomo ha chiuso la sua vicenda giudiziaria con la pena emessa dal giudice, previo sconto calcolato. Ad avviare il lavoro dell'ufficio inquirente era stato il controllo partito da un pregresso accertamento: perquisizione e ritrovamento del fucile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava, possiede un fucile con matricola abrasa: patteggia 1 anno e 6 mesi

SalernoToday è in caricamento