Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Cava de' Tirreni

Cava de' Tirreni, tre slave arrestate per furto: non potranno tornare in Provincia

Al termine dell'udienza, il gip ha convalidato l'arresto e liberato le tre, con il divieto di dimora in provincia di Salerno

Non potranno tornare più in provincia di Salerno le tre donne slave arrestate giorni fa, a Cava de' Tirreni, e residenti in un quartiere di Napoli per l'accusa di possesso di oggetti utili allo scasso. Le tre, tutte dai 22 ai 26 anni, sono comparse ieri dinanzi al gip per la convalida. 

L'indagine

Sono accusate di tentato furto aggravato in abitazione. Gli agenti, a seguito di una telefonata al numero unico di emergenza da parte di una giovane donna residente in un condominio del centro città, si erano mossi dopo che la donna avevano segnalato rumori sospetti nelle scale dell’edificio. Giunti sul posto, avevano poi bloccato le vie di uscita del palazzo, allo scopo di impedire la fuga di eventuali sconosciuti. Al secondo piano avevano incontrato le tre donne che, alla vista dei poliziotti, avevano tentato di risalire verso i piani superiori. Una di loro aveva nascosto sotto uno zerbino alcuni oggetti utilizzati per lo scasso con i quali poco prima aveva cercato di aprire la porta di un appartamento disabitato perché i proprietari erano in vacanza. Poi l'arresto delle tre. Al termine dell'udienza, il gip ha convalidato l'arresto e liberato le tre, con il divieto di dimora in provincia di Salerno. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava de' Tirreni, tre slave arrestate per furto: non potranno tornare in Provincia

SalernoToday è in caricamento