Cronaca

Cava, picchiava la mamma per avere la sua pensione: condannato

A 49 anni picchiava la madre per più volte al giorno, con schiaffi e pugni. E solo per avere parte della sua pensione. Giorni fa, il gup lo ha condannato a 3 anni di carcere e a 1600 euro di multa

A 49 anni picchiava la madre per più volte al giorno, con schiaffi e pugni. E solo per avere parte della sua pensione. Giorni fa, il gup lo ha condannato a 3 anni di carcere e a 1600 euro di multa. Le accuse erano di maltrattamenti, lesioni ed estorsione. I fatti risalgono al 23 settembre scorso, a Cava de’ Tirreni, giorno ultimo di un periodo più lungo fatto di vessazioni e violenze quotidiane. Madre e figlio vivevano assieme, ma la donna denunciò ad un certo punto di vivere in uno stato perenne di angoscia, paura, ansia e sofferenza fisica, morale e psichica. Un regime di vita non più tollerabile, al quale solo poche volte si era opposta. In un’occasione, dopo il rifiuto di dare soldi al figlio, fu colpita con uno schiaffo in pieno volto.

La violenza

L’ospedale, dove si recò con l’ambulanza, le diagnosticò 15 giorni di prognosi. Ma era quando l’uomo aveva necessità di soldi che le violenze trovavano il suo massimo effetto: quando la madre si rifiutava, non veniva solo picchiata, ma anche fatta oggetto di minacce di morte e del lancio di oggetti. Circostanza che spingeva la vittima a non potersi opporre, prendere la borsa e dare al figlio parte di quei 600 euro che teneva custoditi. Una cifra esigua, che rappresentava la pensione ottenuta dopo anni e anni di lavoro. I dettagli di quei singoli episodi finirono in una dettagliata denuncia dei carabinieri, che portò ad aprire l’inchiesta alla procura. L’uomo è stato condannato dal gup Paolo Valiante, dopo il rito abbreviato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava, picchiava la mamma per avere la sua pensione: condannato

SalernoToday è in caricamento