Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Omicidio Maiorano: Cassazione conferma condanna a 30 anni per il marito

Ieri la Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso della difesa, confermando la sentenza d'Appello. 

Diventa definitiva la condanna a 30 anni di carcere per Salvatore Siani, accusato dell'omicidio della moglie Nunzia Maiorano. Ieri la Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso della difesa, confermando la sentenza d'Appello. 

L’omicidio

Il delitto fu commesso il 22 gennaio del 2018, in casa della madre di Nunzia. Quel giorno l'imputato aveva accompagnato due dei tre figli a scuola. In casa era rimasto il più piccolo, quello di 5 anni. Nunzia aveva dormito con la madre ed era impegnata a preparare il latte per il figlio che giocava in cortile. L’uomo le arrivò alle spalle: pare che a scatenarlo fu un litigio con la donna, con la quale aveva tentato di riconciliarsi. Un’aggressione culminata con quarantesei fendenti sferrati sul corpo della moglie, le cui urla attirarono sia il figlio della coppia che la madre. La donna fuggì in camera da letto, provando a difendersi, ma fu inutile. A chiamare i carabinieri fu una vicina di casa, anch’ella attirata dalle urla. I litigi tra i due pare fossero frequenti nell’ultimo periodo. Nunzia - secondo testimonianze - era a sua volta stanca degli atteggiamenti del marito. Sarebbe stato proprio il suo ennesimo rifiuto a far scattare l'uomo, che afferrò un coltello per colpire poi la donna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Maiorano: Cassazione conferma condanna a 30 anni per il marito

SalernoToday è in caricamento