Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Cava, documento falso per ricaricare postepay, poi non paga: giovane nei guai

Il ragazzo risponde di possesso e fabbricazione di documenti falsi e insolvenza fraudolenta.

Falso documento per effettuare una ricarica postepay, che poi non paga. Rischia il processo un giovane 25enne del napoletano, che il 10 settembre del 2018 a Cava, truffò un esercizio commerciale

Le accuse

Il ragazzo risponde di possesso e fabbricazione di documenti falsi e insolvenza fraudolenta. Dopo aver formato con la propria fototessera un documento con sopra il nominativo di un'altra persona, si sostituì a quest'ultima per effettuare una ricarica su una carta prepagata poste-pay per circa 897 euro.Una carta intestata ad una terza persona. Il ragazzo poi si allontanò, senza saldare il conto. Dopo la denuncia della commerciante, fu individuato e indagato a piede libero. Ora rischia il rinvio a giudizio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava, documento falso per ricaricare postepay, poi non paga: giovane nei guai

SalernoToday è in caricamento