menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccise la moglie con 47 coltellate: finisce a processo barbiere di Cava

L'accusa è di omicidio volontario premeditato e aggravato da futili motivi. A morire il 22 gennaio scorso fu Nunzia Maiorano, 41enne di Cava assassinata in casa dal marito Salvatore Siani al culmine di un violento litigio

L’aveva uccisa con quarantasette coltellate, una delle quali alle spalle. E prima di farlo l’aveva colpita al volto, rompendole il setto nasale e devastandole lo zigomo destro. Per Salvatore Siani, 48enne di Cava de' Tirreni, di professione parrucchiere, la Procura di Nocera Inferiore ha chiesto il giudizio immediato. Prove evidenti e schiaccianti, ritenute valide per il pm Roberto Lenza a saltare l'udienza preliminare davanti al gip. L'accusa è di omicidio volontario premeditato e aggravato da futili motivi. A morire il 22 gennaio scorso fu Nunzia Maiorano, 41enne di Cava assassinata in casa per mano del marito, dopo un violento e veloce litigio. Il fatto accadde in località Sant’Anna.

La violenza davanti al figlio di 5 anni

La coppia attraversava un periodo difficile e complicato, fatto di discussioni e richieste di abbandono della casa. L'uomo così si difese davanti al giudice, sostenendo che la moglie lo voleva fuori da quella casa, che invece aveva pagato lui. Di contro, secondo testimonianze raccolte dai carabinieri, era la donna ad essere stanca degli atteggiamenti violenti del marito. Qualcuno parlò di separazione in corso, altri di tentativi della famiglia di mediare. Alla morte di Nunzia assistettero il figlio più piccolo della coppia, di 5 anni, decisivo con la sua testimonianza e la suocera di lui. Oltre 40 coltellate sferrate con un coltello - che Siani aveva già con se - insieme ad una serie di pugni e calci su più parti del corpo. Questo fu il risultato della violenza dell'uxoricida sul corpo della moglie. Ad allertare i carabinieri fu una vicina di casa, attirata dalle urla. Gli altri due figli, di 13 e 15 anni, erano a scuola, dove li aveva accompagnati proprio il padre, chiuso da allora nel carcere di Fuorni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento