Calci e pugni al fratello per avere piccole somme di denaro, 40enne di Cava a giudizio

L'uomo avrebbe preteso più volte soldi dal proprio fratello, rendendogli la convivenza impossibile e rischiosa per la sua incolumità, arrivando a chiedergli anche la scheda del suo reddito di cittadinanza

Calci e pugni al fratello per avere soldi per acquistare sostanze stupefacenti. Va a processo con il rito immediato un uomo di 42 anni, di Cava de' Tirreni, accusato di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e lesioni. L'uomo avrebbe preteso più volte soldi dal proprio fratello, rendendogli la convivenza impossibile e rischiosa per la sua incolumità, arrivando anche a chiedergli la scheda del suo reddito di cittadinanza per prendere soldi in contanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fatto

Più volte avrebbe perso il controllo, distruggendo il mobilio di casa e ferendo gravemente il proprio fratello, in un'occasione facendogli anche perdere un dente, solo per ottenere piccole somme di denaro. Secondo le imputazioni, anche dopo aver avuto dalla vittima 200 euro, pretese la scheda per il reddito di cittadinanza, al fine di prelevare altro contante per acquistare stupefacenti. Diversi gli episodi ricostruiti dalle forze dell'ordine, che costarono all'uomo anche un divieto di avvicinamento alla casa familiare, su decisione del gip. L'uomo risponde anche di lesioni, avendo costretto il fratello a farsi refertare in ospedale, a seguito delle sfuriate subite in casa propria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento