Cava, estorsione e truffa agli automobilisti: tre napoletani a processo

Le vittime sono persone alla guida delle proprie auto, insidiate e poi minacciate per ottenere risarcimenti su sinistri mai avvenuti

Rischiano il processo le tre persone accusate di aver tentato in un solo giorno una serie di truffe ed estorsioni attraverso il noto metodo dello specchietto. Le vittime sono persone alla guida delle proprie auto, insidiate e poi minacciate per ottenere risarcimenti su sinistri mai avvenuti. Ora la Procura di Nocera Inferiore ha chiesto il processo con rito immediato, attraverso il pm titolare dell’indagine Gianpaolo Nuzzo, per i tre napoletani R.G. , di 30 anni, G.G. , di 55 anni e I.P. di 36 anni. Secondo le indagini, i tre in concorso simulavano un sinistro stradale a Cava, danneggiando lo specchietto di un’Alfa Romeo Giulietta e poi seguendola, fino a farsi promettere dal conducente denaro: «Mi hai colpito, dammi i soldi del risarcimento», intimavano, ma la vittima aveva chiamato qualcuno per farsi consigliare, riuscendo a desistere, nonostante il gruppo lo avesse accompagnato ad un ufficio postale, dietro minacce: era il 20 dicembre scorso. La vittima individuata cambiò strada, con la conseguenza di essere stata rincorsa dal gruppo, venendo tamponato per cinque volte lungo l’autostrada, fino alla fuga all’interno di un autogrill.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora, i tre sono accusati anche di tentata estorsione per un altro episodio. Quello stesso giorno puntarono una Lancia Musa, con identico tentativo di truffa portato avanti successivamente. «Tu non sai con chi hai a che fare, non sai a chi apparteniamo», spiegavano recitando la minaccia con fare aggressivo, in modo da intimorire il guidatore e costringerlo a fermarsi. Fu poi accerchiato per ottenere 85 euro in contanti. I tre sono stati identificati e raggiunti da richiesta di processo con rito immediato .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • Ragazzo senza mascherina perchè autistico, il sindaco di Baronissi: "Ikea gli ha negato l'ingresso"

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento