Cava, perseguitò e tentò di abusare di una 15enne: a processo con rito immediato

Oltre ad aver avvicinato la minore per strada, l'uomo avrebbe più volte pedinato la vittima più volte all’uscita di scuola o di casa, rivolgendole frasi a sfondo sessuale e arrivando a minacciare anche i genitori

Perseguitò una minore di 15 anni per mesi, arrivando anche a palparle il sedere per strada. Finisce a processo con il rito immediato un 51enne cavese, finito in un'indagine della procura di Nocera qualche mese fa. Oltre ad aver avvicinato la minore per strada, lo scorso 8 marzo, solo per palpeggiarla, avrebbe anche più volte pedinato la vittima più volte all’uscita di scuola o di casa, rivolgendole frasi a sfondo sessuale e arrivando a minacciare anche i genitori. Per queste accuse, il giudice firmò la misura cautelare personale del divieto di dimora in provincia di Salerno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le persecuzioni e gli apprezzamenti

I reati di cui è accusato sono stalking, minaccia e tentata violenza sessuale. Le indagini furono condotte dalla polizia che accertarono che l'uomo, con reiterate condotte aggressive e minacciose, nell’arco temporale compreso tra agosto 2018 e il decorso mese di marzo, si era reso responsabile di diversi atti persecutori nei confronti di una ragazzina, che viveva a poca distanza dalla sua abitazione, seguendola all’uscita di casa o della scuola, avvicinandosi per rivolgere frasi a sfondo sessuale e minacciandone i genitori che avevano in più occasioni tentato di allontanarlo mentre seguiva la piccola. Inoltre, lo scorso 8 marzo, l’uomo, dopo aver pedinato la minorenne per strada, le si era avvicinato, palpeggiandola. Nella circostanza, la giovane aveva allertato la Polizia, attraverso il numero unico di emergenza, consentendo l'arrivo sul posto di una volante. Con la denuncia e l'indagine della polizia, l'uomo fu individuato poi raggiunto da un divieto di dimora in Provincia. Ora lo attende il processo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Sparatoria ad Angri, ferito un imprenditore: a novembre un attentato alla sua azienda

  • Coronavirus: contagiata una persona a Vallo, il nuovo caso

Torna su
SalernoToday è in caricamento