menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cava de' Tirreni, doveva rispettare le sue "regole": a processo per stalking

Botte, violenza quotidiana, ferite e "regole" da rispettare. Tutti elementi che saranno ora parte di un processo che affronterà un 29enne di Cava, citato a giudizio per stalking e lesioni verso la ex compagna

Botte, violenza quotidiana, ferite e "regole" da rispettare. Tutti elementi che saranno ora parte di un processo che affronterà un 29enne di Cava, citato a giudizio per stalking e lesioni verso la ex compagna. In un periodo che va da settembre scorso a seguire, la ex fidanzata sarebbe stata schiavizzata e terrorizzata a causa delle manie di quello che allora era il suo uomo. Nelle carte della procura viene contestato un tentativo di soffocamento da parte di lui, contusioni craniche e lesioni su tutto il corpo a seguito solo di un litigio. E con tanto di minacce di morte: «Se ti permetti di denunciarmi ti cavo gli occhi». Ma ancor più grave, la ragazza doveva rispettare le regole imposte dal fidanzato: tra queste non uscire mai con le amiche o di casa senza la sua compagnia. A questo seguivano persecuzioni quotidiane fatte di telefonate e avvertimenti: «Guardati le spalle, perché dovunque vai sappi che io ti seguirò sempre». Per un altro episodio, il ragazzo è accusato di aver telefonato alla vittima con un numero anonimo, incutendole ansia e paura per un discreto periodo. Attualmente il 29enne si trova agli arresti domiciliari. Questo in violazione di un divieto di ritorno nel comune di Cava, al quale il giudice lo aveva ristretto nella fase dell’indagini. Ora lo attende il processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento