Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Rifiuti speciali stoccati illegalmente: sequestri e denunce a Cava

I rifiuti in questione erano costituiti per la gran parte da inerti da demolizione sprovvisti di codici di etichettatura e regolari teli di copertura, oltre ad essere stoccati in aree diverse da quelle previste

Gli agenti della Polizia Provinciale hanno rinvenuto ingenti quantitativi di rifiuti speciali, stoccati illecitamente in un capannone industriale e soprattutto nel relativo piazzale antistante, nel comune di Cava De’ Tirreni.

Il sopralluogo 

I rifiuti in questione erano costituiti per la gran parte da inerti da demolizione sprovvisti di codici di etichettatura e regolari teli di copertura, oltre ad essere stoccati in aree diverse da quelle previste. “Tale impresa – comunica il presidente Michele Strianese - di fatto violava tutte le prescrizioni relative al recupero di rifiuti speciali, utilizzando una vasta area all’aperto per la lavorazione e frantumazione di inerti e traverse ferroviarie in calcestruzzo diffondendo nell’area circostante, fino alle vicine abitazioni, grandi quantità di polveri sottili che invece avrebbero dovuto subire un trattamento di abbattimento all’interno del capannone mediante apposito impianto di filtrazione che di fatto non esisteva”. 

Il sequestro

Di conseguenza,  la Polizia Giudiziaria ha predisposto il sequestro dell’intera area, grazie alla consulenza tecnica del personale dell’Arpac. Sono stati sequestrati il capannone di circa 750 metri quadri, il piazzale di 20.000 metri quadri e circa 1.000 metri cubi di rifiuti speciali, e sono stati denunciati i gestori dell’attività alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore per “gestione illecita di rifiuti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti speciali stoccati illegalmente: sequestri e denunce a Cava

SalernoToday è in caricamento