Tenta la truffa dello "specchietto rotto": denunciato 44enne a Cava

Il pregiudicato napoletano , dopo aver individuato la vittima, ha atteso pazientemente che transitasse con il veicolo contro cui ha lanciato un sasso. Poi ha chiesto il risarcimento, ma la giovane ha telefonato subito alla Polizia

E’ stato individuato, dai poliziotti di Cava de’ Tirreni, l’autore di una tentata truffa nei confronti di una giovane del posto, attraverso il metodo cosiddetto della “rottura dello specchietto”, il quale è stato denunciato alla Procura di Nocera Inferiore.

Il raggiro

Il pregiudicato napoletano di 44 anni, dopo aver individuato la vittima, ha atteso pazientemente che transitasse con il veicolo contro cui ha lanciato un sasso.  A quel punto, dopo essersi lasciato sorpassare, ha inseguito la vittima utilizzando i dispositivi lampeggianti per obbligarla a fermarsi e lamentarsi della rottura dello specchietto provocata, secondo lui, da una manovra maldestra. La donna, però, si è rifiutata di pagare i 100 euro di risarcimento chiesti dall’uomo. E così ha chiamato subito alla Polizia. Il truffatore, temendo di essere scoperto, si è dato alla fuga facendo perdere le sue tracce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma i poliziotti, grazie alla testimonianza della ragazza, sono riusciti a risalire all’identità del malvivente e anche ai dati del suo veicolo “Lancia Y di colore blu”. Successivamente è stato rintracciato a Salerno mentre si dirigeva nuovamente verso la città di Cava de’ Tirreni, a bordo della vettura con lo specchietto retrovisore esterno sinistro rotto. Poi è stato condotto presso il locale commissariato dove ha ammesso di essere l’unico utilizzatore della macchina e di averla noleggiata presso una ditta di Napoli per mettere a segno le truffe. Nel corso della perquisizione, infine, è stato trovato in possesso di due confezioni vuote per telefonini Samsung e di una busta di plastica di colore bianco con all’interno otto pietre del diametro di circa 3-5 centimentri ed altro materiale. Tutta la merce, compresa l’auto, è stata sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: schizzano i contagi nel salernitano, i dati sui ricoveri

  • Covid-19: altri 6 positivi a Pontecagnano, altri 2 contagi a Cava

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

  • Blitz antidroga a Scafati: 23 persone in carcere, 13 ai domiciliari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento