menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro "Oasi", extracomunitario rinchiude due operatori Caritas in un ufficio: arrestato

Il giovane, originario del Gambia, chiedeva ulteriori benefici dal programma previsto per l'accoglienza ai migranti. Ora è accusato di sequestro di persona e danneggiamento. Sul posto sono giunti i carabinieri

Un extracomunitario originario del Gambia, ospite del centro di accoglienza “Oasi” di Centola-Palinuro, è stato arrestato dai carabinieri di Sapri perché accusato di sequestro di persona e danneggiamento. Il ragazzo di 21 anni, S. Y le sue iniziali, pur di ottenere ulteriori benefici dal programma previsto per l’accoglienza ai migranti, aveva minacciato alcuni operatori della Caritas arrivando a rinchiudere due di loro all’interno di un ufficio del centro di accoglienza impedendo loro in questo modo di uscire.

E’ stato necessario l’intervento dei militari dell’Arma, i quali, una volta giunti sul posto, sono riusciti a fermare il giovane ristabilendo l’ordine e la sicurezza dentro la struttura. L’extracomunitario, regolarmente inserito nel programma di accoglienza, in stato di arresto, è stato collocato nelle camere di sicurezza del Comando della Compagnia di Sapri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Vallo della Lucania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento