rotate-mobile
Cronaca

Certificazione della professione di project manager

Quale certificazione scegliere per diventare project manager.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Tra le professioni emergenti spicca senz'altro quella da Project Manager tra le meglio retribuite e ricercate a livello internazionale. Purtroppo, in questo momento di crisi profonda, anche il valore di una certificazione da Project Manager non è sufficiente a consentire di trovare un'occupazione di livello. Però, è proprio nei momenti di crisi che bisogna attrezzarsi e rafforzarsi per emergere appena ci saranno i primi segni di ripresa. Ecco che, a quel punto, una linea di CV potrà fare la differenza, salvo interventi di altra natura.

Quella linea di Curriculum Vitae può essere una certificazione da Project Manager di diverso tipo a secondo delle aspirazione del professionista. TenStep Italia è in grado di proporne diverse, tra cui: PMP - CAPM - Agile PMI-ACP - PM - Prince 2.

Tutte queste certificazione hanno una valenza internazionale perché vengono rilasciate dal PMI (Project Management Institute) e da APMG Internazionale. La certificazione Project Manager (PM) è l'unica rilasciata da un organismo di certificazione Italiana KHC ed, in un certo senso, si pone a livello alto, riassumendo l'insieme delle altre certificazioni (vedi schema di certificazione KHC). Per ulteriori dettagli suggerisco di visionare il sito di TenStep Italia e di PMTSI.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Certificazione della professione di project manager

SalernoToday è in caricamento