menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La spiaggia del Lannio - foto Facebook

La spiaggia del Lannio - foto Facebook

Lannio: l'origine del nome della spiaggia di Cetara

Una delle spiagge più amate dai salernitani e dai turisti è situata a Cetara ed è la spiaggia del Lannio chiamata anche spiaggia della Torretta

Una delle spiagge più amate dai salernitani e dai turisti è situata a Cetara ed è la spiaggia del Lannio chiamata anche spiaggia della Torretta. Il nome originale deriva da Lannij, ossia lamento, ed è legato a diverse leggende che coincidono su alcuni lamenti che, fino ala fine del XIX secolo, si udivano provenire dalla spiaggia.

La leggenda

Una delle leggende maggiormente accreditata spiega che tali lamenti cessarono quando un uomo, probabilmente un sindaco, fece fare delle ricerche sulla spiaggia dove vennero trovate delle ossa alle quali diede degna sepoltura. Da quel momento i lamenti cessarono. Ma di chi erano le anime in pena? Per rispondere a questa domanda ci viene incontro un'altra leggenda cetarese che risale alla prima metà del XVI secolo quando la zona divenne preda di alcuni pirati arabi che facevano continui assalti lungo la costa. I pirati decisero, quindi, di assaltare Cetara e uccisero chiunque non si convertisse alla loro fede. Tra queste vittime ci furono dei monaci che si rifugiarono in una grotta a ridosso della spiaggia del Lannio dove vennero sgozzati. Pare che da quel momento dalla spiaggia si sentissero i lamenti dei monaci ed, addirittura, suoni provenienti da processioni o messe. Una leggenda inquietante, quindi, ha dato il nome ad una delle spiagge più belle della Costiera Amalfitana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Contagi a scuola: positivo un alunno a Contursi

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A2, furgone si ribalta: ferito il conducente

  • Cronaca

    Ripresa in presenza all'Unisa: i dubbi della Cisl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento