rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Caso Charlie Gard, il bagnino eroe di Capaccio: "Guai a chi si intromette nella lotta per la vita"

Tra gli altri, numerosissimi sono anche i salernitani che, tramite i social, stanno dicendo la loro sulla vicenda

Sta scuotendo il mondo intero, la vicenda di Charlie Gard, il piccolo affetto da una rara malattia incurabile, che provoca terribili sofferenze. Martedì i due genitori avevano perso il loro appello finale per portarlo negli Usa dopo che la Corte europea dei diritti dell’uomo si era detta d’accordo con la decisione britannica di interrompere il supporto vitale al bambino.  Ma i genitori del bambino di 10 mesi potranno trascorrere ancora un po' di tempo con lui, come riferiscono dal Great Ormond Steeet Hospital di Londra, dove Charlie si trova ricoverato, in quanto non è stata ancora staccata la spina dei macchinari che tengono in vita il bambino.

"Difendere la vita umana, soprattutto quando é ferita dalla malattia, é un impegno d’amore che Dio affida ad ogni uomo”. Così Papa Francesco, sul suo account Twitter, interviene (pur senza nominarlo) sul caso di Charlie. E, tra gli altri, numerosissimi sono anche i salernitani che, tramite i social, stanno dicendo la loro sulla vicenda. Tra questi, Pierluigi Caroccia, il bagnino-eroe di Capaccio che rischiò la sua vita per salvare due ragazzine che stavano annegando. "Ci insegnano che nella vita non bisogna mai mollare. Non bisogna mai abbassare la testa dinanzi ad un problema. Lo Stato invece, cosa fa?! Non è che gli da il permesso, bensì gli danno l'obbligo di staccare tutto, di mollare, quando invece tutti volevano lottare. È la più grande sconfitta dell'età moderna. Ne parlo oggi, perché oggi, come 5 anni fa per me, vinsi la battaglia più dura della mia vita, e guai a chi si intrometteva, perché io stavo lottando...e alla fine ho vinto", ha scritto Caroccia, conquistando innumerevoli like.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Charlie Gard, il bagnino eroe di Capaccio: "Guai a chi si intromette nella lotta per la vita"

SalernoToday è in caricamento