Chiesa madre inagibile a Giffoni, arrivano i fondi per riaprirla

La deputata Anna Bilotti annuncia lo stanziamento del Ministero

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Buone notizie per la chiesa della Santissima Annunziata, chiusa per motivi di sicurezza dopo che domenica scorsa alcuni calcinacci sono caduti dal soffitto della navata centrale durante la celebrazione della messa. Il Ministero per i Beni e le Attività culturali ha stanziato i fondi per il rifacimento del manto di copertura e quindi per la messa in sicurezza dell'edificio, che consentirà di riaprire ai fedeli un luogo di culto noto oltre i confini regionali per la custodia di una reliquia attribuita alla corona di spine del Cristo. Ad annunciarlo è la deputata Anna Bilotti, che questa mattina si è recata negli uffici ministeriali per evidenziare la problematica e accertarsi della disponibilità dei fondi per un intervento immediato.

«Sono felicissima di poter confermare il finanziamento dei lavori – ha commentato la parlamentare del Movimento 5 Stelle – Dopo la proficua interlocuzione con la Soprintendenza di Salerno, attivata subito dopo il cedimento dell'intonaco, ho interpellato il Ministero e ho ricevuto rassicurazioni in merito allo stanziamento e alla disponibilità della somma. Oltre che luogo di culto e custode della reliquia della Spina Santa per i fedeli, la chiesa rappresenta anche per i non credenti un patrimonio culturale inestimabile, come tale da tutelare». I tempi per l'utilizzo del finanziamento si prevedono brevi. Dai colloqui tra la parlamentare e la soprintendente Francesca Casule è infatti emerso che la definizione del progetto per l'intervento di somma urgenza è già in dirittura d'arrivo.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento