menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Assembramenti in piazza San Francesco

Assembramenti in piazza San Francesco

Misure anti-Covid: nel week-end chiuse anche piazza Conforti e piazza San Francesco: l'appello del sindaco

La decisione è stata resa nota dal sindaco nel corso del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica svolto ieri in Prefettura. Ecco cos'altro è emerso

Non solo il lungomare e la villa comunale: a Salerno, nel week-end, non saranno accessibili neppure piazza Abate Conforti e piazza San Francesco. Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha annunciato, nel corso del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica svolto ieri, la chiusura nel weekend delle altre due piazze, per limitare la diffusione del contagio da coronavirus. All'incontro sono intervenuti, oltre ai vertici provinciali delle forze di polizia, il sindaco Vincenzo Napoli con l'assessore alla Mobilità Domenico De Maio e il comandante della Polizia municipale Rosario Battipaglia, il vicepresidente della Provincia Carmelo Stanziola e i sindaci di Pollica Stefano Pisani e di Bellizzi Domenico Volpe in rappresentanza di Anci Campania. Sono state esaminate le ordinanze limitative della mobilità in aree o centri urbani, finora adottate da alcuni amministratori locali in provincia, in applicazione dei contenuti dell'ultimo Dpcm.

Le necessità evidenziate e gli impegni

Inoltre, i rappresentanti dell'Anci hanno evidenziato la necessità di supportare i sindaci nella redazione delle ordinanze contingibili e urgenti attraverso un'azione di indirizzo comune, da tradurre in eventuali linee guida, al fine di poter affrontare in modo "sistemico" le criticità per il contenimento del virus. Al riguardo, il prefetto Russo ha assicurato l'emanazione, al termine della riunione, di una circolare ai sindaci per una corretta applicazione delle disposizioni del Dpcm: "Nei provvedimenti che verranno adottati occorre tener conto - ha chiarito il prefetto - dell'impatto delle misure sugli interessi in gioco, delle finalità da perseguire e della necessità di calibrare le disposizioni sulla base alle abitudini delle comunità locali, secondo principi di proporzionalità e adeguatezza". Nel contempo, il prefetto ha garantito la consueta collaborazione delle forze di polizia attraverso l'adeguamento dei dispositivi di controllo, nell'ambito del piano coordinato di controllo del territorio, sulla base delle esigenze rappresentate. "La seconda ondata della pandemia - ha concluso il prefetto Russo - ci pone di fronte ad una nuova sfida: nel lockdown di marzo e aprile abbiamo dimostrato come la coesione delle Istituzioni e il rispetto delle regole da parte dei cittadini rappresentino l'unica arma vincente contro un nemico allora sconosciuto e adesso divenuto più familiare, ma comunque insidioso. L'appello che sento di rivolgere, in questo delicato momento, è quello di superare le contrapposizioni e i particolarismi. Soltanto uniti possiamo sconfiggere la pandemia".

L'appello del sindaco Vicenzo Napoli:

“Siamo in una fase durissima della lotta al Coronavirus. Ciascuno di noi deve fare la sua parte per contribuire a bloccare la diffusione del contagio. Ci sono buone notizie sul fronte vaccini e le restrizioni decise nelle scorse settimane cominciano a dare qualche risultato. È il momento di stringere i denti e fare tutti dei sacrifici necessari a tutelare la nostra salute, quella dei nostri cari e quella pubblica. Anche per questo weekend sarà disposta la chiusura del Lungomare cittadino per le intere giornate di sabato e domenica e le piazze Abate Conforti e San Francesco dalle 17 alle 22. Nel corso del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza tenutosi ieri sera in Prefettura, è emersa l'esigenza di porre in essere ulteriori misure anti assembramento.Sono azioni dinamiche e sperimentali che hanno carattere funzionale ma soprattutto simbolico perché sono volte a monito per i cittadini affinché tengano comportamenti responsabili e limitino le occasioni di contatto allo stretto necessario, evitando uscite superflue ed  assembramenti che possano agevolare la propagazione del contagio".

Parla il il Vice Presidente della Provincia Carmelo Stanziola

“Abbiamo esaminato le ordinanze limitative della mobilità in aree o centri urbani, finora adottate da alcuni amministratoli locali in provincia di Salerno, in applicazione dei contenuti dell’ultimo DPCM. È importante analizzare caso per caso, valutando le differenze territoriali e intervenendo con provvedimenti ragionevoli. Ovviamente è opportuno ribadire che il distanziamento sociale rimane la misura più valida contro il virus e di conseguenza l’invito è sempre lo stesso: restare a casa il più possibile.

In conclusione per vincere questa battaglia bisogna mantenere la sinergia tra i Sindaci, il Prefetto, le forze dell’ordine e le autorità sanitarie".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Auto e moto

Scadenza del bollo auto: novità e consigli dall'ACI Salerno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento