menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Soppressione tribunale Sala Consilina, la protesta

Manifestazione di protesta davanti al tribunale contro l'ipotesi di soppressione del foro e del suo accorpamento al tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza

"E' in corso una partita nella quale, per il momento, stiamo soccombendo, ma siamo in zona Cesarini e, quindi, resto fiducioso sul mantenimento in vita del tribunale" così Antonio Sergio Robustella, presidente del tribunale di Sala Consilina, in merito al destino del foro salese, che potrebbe essere accorpato a quello di Lagonegro, in Basilicata. Robustella ha preso parte, questa mattina, alla manifestazione di protesta svoltasi davanti al palazzo di giustizia della città del vallo di Diano. Alla mobilitazione hanno preso parte, tra gli altri, i sindaci del comuni del vallo di Diano e del golfo di Policastro, associazioni socio - culturali del comprensorio, avvocati e cittadini. Tutti hanno espresso il loro "no" all'ipotesi di soppressione del tribunale di Sala Consilina e al suo accorpamento al foro di Lagonegro, in provincia di Potenza.

Nel corso della manifestazione, e più in particolare dalle ore 10 alle ore 12 in segno di protesta, sono rimasti chiusi gli sportelli delle tre Banche di Credito Cooperativo locali e si sono fermate tutte le attività giudiziare del presidio di giustizia salese. Al termine della manifestazione i sindaci hanno annunciato di porre in essere nei prossimi giorni altre eclatanti forme di protesta. Gli avvocati del foro salese, invece, hanno comunicato che dal 18 al 24 giugno prossimo si asterranno dalle udienze civili e penali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento