menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mimose deposte al cimitero di Salerno, in ricordo delle donne nigeriane morte in mare

Mimose deposte al cimitero di Salerno, in ricordo delle donne nigeriane morte in mare

8 marzo al cimitero, Salerno non dimentica: omaggio alle donne nigeriane

Il sindaco Enzo Napoli e l'assessore comunale alle politiche sociali, Nino Savastano, hanno deposto mimose sulle tombe delle migranti morte e seppellite al cimitero di Salerno, a Brignano

Salerno non dimentica le 26 donne nigeriane morte in mare, sbarcate in città e seppellite a Brignano (dieci) e negli altri cimiteri della provincia. Stamattina, venerdì 8 marzo, il sindaco di Salerno Enzo Napoli e l'assessore alle politiche sociali, Nino Savastano, hanno deposto mimose sulle tombe delle donne, ai piedi del monumento costruito dall'artista Pietro Lista e nell'ossario.

Il ricordo

"Il Comune si è fatto carico di una tragedia immane: al cimitero di Salerno ospitiamo dieci donne, una delle quali era anche incinta. E' un ricordo che va tenuto vigile e sveglio - ha commentato il primo cittadino - Dimenticare è la peggiore cosa che possa accadere: non è giusto e non è umano. Il sacrificio di queste donne è un atto intollerabile e ingiustificabile. Può avere un senso nel ricordo e può essere utile solo come monito per chi scrolla le spalle e si gira dall'altra parte. C'è una spinta xenofoba nel Paese ma Salerno vuole viaggiare in controtendenza: ci sono delle tragedie che vanno guardate diritto in faccia. Ci sono dei valori non negoziabili, su tutti l'accoglienza e la tolleranza. Qualche piccolo gesto simbolico può essere utile alla democrazia. A differenza della tragedia della Shoa, qua nessuno può dire non sapevo". Nino Savastano, assessore comunale alle politiche sociali, ha aggiunto: "Questa resta una ferita aperta per la nostra città. Arrivarono a Salerno giovanissime donne in un momento in cui il porto della nostra città era stavo individuato dal Ministero quale porto di sbarco. Abbiamo accolto piú di 22mila persone e 500 minori non accompagnati. Ringraziamo il fioraio Enzo Carrella che ha donato le mimose".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento