rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Ciro Esposito non ce l'ha fatta, è morto questa mattina: l'appello dei familiari

"Il nostro obiettivo è riportare Ciro al più presto a casa - ha detto Enzo, lo zio di Ciro Esposito- Per noi adesso e' il momento del dolore, ma stiamo lavorando per poter accelerare i tempi e ripartire per Napoli"

Dopo 50 giorni di agonia, purtroppo è spirato all'alba di stamattina Ciro Esposito, il tifoso ferito prima della finale di Coppa Italia, a Roma, lo scorso 3 maggio. Qualcuno lo aveva già dato per morto, ieri, quando il suo cuore ancora batteva: adesso quella notizia prima smentita si è tragicamente concretizzata.

Le sue condizioni nelle ultime ore si erano aggravate, lasciando poche speranze di sopravvivenza: è morto "per insufficienza multiorganica non rispondente alle terapie mediche e di supporto alle funzioni vitali", spiega in una nota Massimo Antonelli, direttore del Centro rianimazione del Gemelli. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha proclamato il lutto cittradino.

"Il nostro obiettivo è riportare Ciro al più presto a casa -  ha detto Enzo, lo zio di Ciro Esposito- Per noi adesso e' il momento del dolore, ma stiamo lavorando per poter accelerare i tempi e ripartire per Napoli. Speriamo che almeno su questo ci sia un po' di pietas umana e ci venga evitato un lungo strazio anche per tornare a casa". Dolore anche a Salerno per la perdita del tifoso: tantissimi i granata che hanno pregato per lui. E il sindaco Vincenzo De Luca ieri su Facebook aveva scritto: "Preghiamo per Ciro Esposito, la sua famiglia, i suoi amici. La madre è una donna straordinaria. Ascoltino tutti il suo appello: mai più violenza!!!" Ciro Esposito resterà nel ricordo di tutti. Strazio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciro Esposito non ce l'ha fatta, è morto questa mattina: l'appello dei familiari

SalernoToday è in caricamento