menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Buono

Buono

Ospedale isolato dai bus a Sarno, Cisl: "Canfora interpella Canfora?"

Buono (Cisl): "E' assurdo che l'amministrazione del sindaco che guida la Provincia debba ascoltare i funzionari dell'ente che amministra proprio il medico sarnese. Già spiegarlo a parole pare un'assurdità, figuratevi nella realtà"

Il Comune di Sarno, per risolvere l'isolamento dell'ospedale, problema sollevato dalla Cisl lo scorso mese di marzo, ha chiesto un parere ai funzionari della Provincia. Ente che, attualmente, è guidato proprio dal primo cittadino di Sarno, Giuseppe Canfora. A renderlo pubblico è stata l'assessore ai trasporti dell'amministrazione comunale, Eutilia Viscardi, che ai vertici del sindacato aveva promesso, lo scorso 8 luglio, un incontro dopo aver ascoltato il parere dell'ente di Palazzo Sant'Agostino. Ma quel summit, purtroppo, non si è mai tenuto, facendo infuriare Matteo Buono, segretario generale della Cisl Salerno. "A nostro avviso manca la volontà di risolvere il problema", ha spiegato Buono. Il segretario della Fnp Cisl, Giovanni Dell'Isola incalza: "I cittadini di Sarno devono essere messi nelle condizioni di poter raggiungere il nuovo ospedale con i mezzi pubblici". 

"E' assurdo che l'amministrazione del sindaco che guida la Provincia debba ascoltare i funzionari dell'ente che amministra proprio il medico sarnese. Già spiegarlo a parole pare un'assurdità, figuratevi nella realtà. Da tempo denunciamo la problematica relativa alla carenza di corse da Sarno verso l’ospedale e viceversa, che perdura da diversi anni. Infatti, raggiungere il presidio ospedaliero per una visita specialistica o, soltanto, per fare visita ad un proprio familiare attraverso il trasporto pubblico del Cstp è molto difficoltoso e tale stato di cose crea disagi, soprattutto, alle persone anziane ed a coloro che non hanno mezzi propri di trasporto", ha aggiunto Buono. E per la Cisl la soluzione ci sarebbe. "Da un’analisi effettuata dai nostri tecnici, un incremento di corse che copra il buco orario di mattina (dalle 10.05 alle 13,20) e prolunghi le corse fino alle 20 di sera, - spiega Buono- comporterebbe una maggiore spesa annua irrisoria di circa 40mila euro. La Cisl  chiede a Canfora l’adozione di immediati provvedimenti volti a farsi carico della spesa ed eliminare gli attuali inconvenienti. Nel contempo, chiede un incontro sulla problematica. Senza che il sindaco di Sarno ascolti il parere del presidente della Provincia, perché sarebbe un inutile guardarsi allo specchio".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento