rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Pellezzano

Cittadinanze onorarie: Pelezzano omaggia il Milite Ignoto e Agropoli "accoglie" Michele Pecora

Due importanti decisioni da parte delle amministrazioni di Pellezzano e Agropoli: ecco chi saranno i cittadini onorari

Il Comune di Pellezzano, guidato dal sindaco Francesco Morra, il prossimo 4 Novembre delibererà la Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto. L'amministrazione ha indirizzato una lettera al Presidente della Repubblica, e per conoscenza al Ministro della Difesa, dal Capo di Stato Maggiore della difesa, al Presidente della Regione Campania, al Presidente della Provincia di Salerno, al Prefetto di Salerno, al Presidente dell’Anci, al Commissario Generale per le Onoranze ai Caduti e al Presidente del Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valore Militare d’Italia, il Comune di Pellezzano, guidato dal Sindaco dott. Francesco Morra, il prossimo 4 Novembre delibererà la Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto. L’attribuzione di questa onorificenza ricade nel giorno del Centenario del Milite Ignoto (1921 - 2021), Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Per l’occasione, giovedì 4 Novembre, presso la Sala Consiliare “Aldo Moro” di Palazzo di Città ci sarà la convocazione del Consiglio Comunale Monotematico celebrativo per deliberare la Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto.  La Civica Amministrazione ha accolto la proposta del Gruppo delle Medaglie d'Oro al Valor Militare d'Italia, che è stata subito condivisa e diffusa a tutte le Municipalità dal Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani e, successivamente, "fatta propria" dallo stesso Presidente dell'ANCI che, nel riconoscere i pieni valori dell'iniziativa, ha voluto così enfatizzarla ulteriormente, sensibilizzando al riguardo ciascun Comune d'Italia.

Parla il sindaco Francesco Morra

“Rendere omaggio ai nostri soldati costituisce un imperativo morale delle Istituzioni in quanto se oggi valori come "Legalità", "Bene Comune'', "Libertà'', "Pace" hanno la loro legittima cittadinanza nella nostra coscienza, ciò lo si deve anche a questi autentici testimoni di coraggio che con il Loro sacrificio scrissero pagine di alto eroismo nel cammino del nostro Paese verso la democrazia.

Queste sono state le motivazioni per cui è stato deliberatamente scelto il Milite Ignoto, in modo da non risultare riconducibile ad alcuna provenienza territoriale, di arma di appartenenza, di grado rivestito, ecc. e quindi "di nessuno" (e tuttavia decorato della massima ricompensa al valor militare) e che anche per questa ragione è subito diventato di tutti". 

Il conferimento di questa cittadinanza non fa che confermare, "certificandolo", in occasione del centenario, il senso di appartenenza, di solidarietà e di amore per questo importante Simbolo della nostra Patria. Per le ragioni esposte, l’Amministrazione Comunale ha chiesto alle autorità competenti che il prossimo 4 novembre, possa essere assicurata la presenza di un rappresentante delle forze armate presso la sede municipale di Pellezzano, ai fini della consegna simbolica della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto che interverrà nell'immediato prosieguo dell'adozione della relativa deliberazione ad opera del civico consesso.

La cittadinanza onoraria ad Agropoli

Intanto, ad Agropoli, il prossimo 5 novembre, alle ore 19, il consiglio comunale di Agropoli conferirà la cittadinanza onoraria della città a Michele Pecora. La proposta era stata lanciata lo scorso agosto dal sindaco Adamo Coppola, a margine di un apprezzatissimo concerto tenuto dal cantautore presso il castello angioino aragonese. L’idea fu accolta tra gli applausi del pubblico agropolese che, anche se a distanza, negli anni ha sempre seguito con interesse ed orgoglio la sua carriera.

Chi è Michele Pecora

Nato ad Agropoli nel 1958 e successivamente trasferitosi nelle Marche, Michele Pecora non ha mai dimenticato le sue radici. Debuttò come cantante vincendo il Festival di Castrocaro nel 1977 con il brano "La mia casa", dedicato proprio alla sua abitazione di Agropoli.
Tanti i successi nella sua carriera: nel 1979 si consacrò con un 45 giri contenente "Era Lei"; l’anno successivo, invece, partecipò al Festivalbar con "Te ne Vai", canzone scritta da Zucchero. Nel 1995 calcò il palco di Sanremo come direttore d’orchestra della cantante Lighea. Più di recente è stato protagonista su Rai1 con "Ora o mai più" risultando vincitore con l’inedito "I Poeti". Oggi alterna l’attività di interprete con quella di talent scout e autore. Tra i brani che portano la sua firma c'è anche "Il canto dei delfini", inno ufficiale dell'Unione Sportiva Agropoli 1921, presentato ufficialmente lo scorso ottobre. La cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria si terrà presso l'aula consiliare "Alfonso Di Filippo". Michele Pecora intonerà alcuni brani del suo repertorio.

Parla il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola

Michele Pecora è un figlio di Agropoli che ha dato lustro a questa città benché si sia trasferito altrove da giovanissimo, ha sempre mantenuto un forte legame con la sua terra natia. Lo dimostrano i brani che ha dedicato a ad Agropoli, che ancora oggi ascoltiamo con grande emozione. Attribuirgli la cittadinanza onoraria era un atto dovuto.



 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadinanze onorarie: Pelezzano omaggia il Milite Ignoto e Agropoli "accoglie" Michele Pecora

SalernoToday è in caricamento