rotate-mobile
Cronaca

Codacons: class action contro Ministero del Lavoro e della Funzione Pubblica

I contratti collettivi sono, infatti, bloccati da ben 7 anni e, quindi, l'associazione di consumatori ha programmato una mega class action per chiedere un indennizzo di almeno 100 euro mensili a partire dall'anno 2010 per un totale di 8.800 euro

"Parte dalla Campania la protesta di milioni d dipendenti pubblici contro il blocco dei contratti collettivi": ad annunciarlo è stato Enrico Marchetti, presidente del Codacons Campania. I contratti collettivi sono, infatti, bloccati da ben 7 anni e, quindi, l'associazione di consumatori ha programmato una mega class action per chiedere un indennizzo di almeno 100 euro mensili a partire dall'anno 2010 per un totale di 8.800 euro a ciascun dipendente pubblico e l'esecuzione immediata della sentenza della Corte Costituzionale. Il Codacons, quindi, diffiderà l'Aran, il Ministro del Lavoro, quello della Funzione Pubblica e Renzi per rinnovare il contratto entro 90 giorni.

Alla conferenza ha partecipato anche Carlo Rienzi, presidente nazionale del Codacons, che ha telefonato l'Arpac per chiedere il motivo del mancato riscontro sulla richiesta di accesso ai monitoraggi effettuati nell'area criscostante le Fonderie Pisano. Alla mancata risposta dell'ente il presidente ha annunciato un'esposto alla Procura nei confronti dell'Arpac per interruzione di pubblico servizio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Codacons: class action contro Ministero del Lavoro e della Funzione Pubblica

SalernoToday è in caricamento