rotate-mobile
Cronaca

Codacons: presentato esposto contro il fenomeno "shrinkflation"

Con questo termine si indica la riduzione delle quantità dei prodotti confezionati venduti al pubblico, mantenendo invariati i prezzi. Denuncia presentata a magistratura e Antitrust

Il Codacons, per tutelare i consumatori, ha presentato un esposto all’Antitrust e alle Procure della Repubblica dei cinque capoluoghi di provincia della Campania, inclusa Salerno, con la richiesta di indagare sul fenomeno “shrinkflation”, per verificare se possa essere considerato una truffa o una pratica commerciale scorretta.

Il fenomeno, di cosa si tratta

Il Codacons mette in guardia i consumatori. “In sostanza, spiegano, il cartellino del prezzo resta esattamente lo stesso (in alcuni casi aumenta seppur di poco) mentre la confezione del prodotto – sia esso un flacone di detersivo, una bottiglia di vino o una scatola di fazzoletti, un pacco di biscotti ecc. – è leggermente più piccola, o contiene qualche unità di prodotto in meno. Un trucchetto che consente enormi guadagni alle aziende produttrici ma di fatto svuota i carrelli e le tasche dei consumatori, realizzando una sorta di 'inflazione occulta'". Il fenomeno dello "shrinkflation", sarebbe stato osservato anche nel periodo pasquale. Secondo quanto denunciato dal Codacons, infatti, il peso di alcune colombe sarebbe passato da 1 kg dello scorso anno ai 750 grammi del 2022, mantenendo intatti prezzo e confezioni. Non è semplice, infatti, per chi fa gli acquisti, accorgersi di questi piccoli cambiamenti relativi alla confezione dei prodotti. Ecco perché è scattato l'esposto a tutela di tutti i consumatori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Codacons: presentato esposto contro il fenomeno "shrinkflation"

SalernoToday è in caricamento