Sicurezza in città, il Codacons sulla videosorveglianza: “Vogliamo sapere tutto"

Il Codacons che è sempre attento alle richieste ed alle esigenze dei cittadini rivolge anche un appello attraverso l’Avv. Marchetti “i cittadini devono denunciare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

In apertura della conferenza stampa di questa mattina, l’Avv. Matteo Marchetti vice segretario nazionale del Codacons, ringrazia il Prefetto e tutte le forze dell’ordine per il loro impegno nel garantire la sicurezza in città prevenendo fenomeni criminosi. 

La sicurezza purtroppo negli ultimi mesi è venuta meno-dichiara l’Avv. Marchetti- ed è un bene che le nostre richieste inoltrate a Dicembre 2019 siano state ascoltate. I cittadini adesso sono veramente stanchi ed è per questo che si deve fare piena luce sui sistemi di sicurezza passiva tra cui le telecamere: “Vogliamo sapere tutto, dal numero ai costi e se non ci sarà data risposta proseguiremo con le dovute istanze di accesso, da subito però chiederemo alla commissione trasparenza di intervenire”.

L’abuso di bevande alcoliche a minori è ormai una piaga sociale, l’art. 689 del codice penale è chiaro va solo applicato e quindi il Codacons chiede che vengano sospese immediatamente le licenze in caso di vendita o somministrazione di alcolici a minori di anni 16.

Il Codacons che è sempre attento alle richieste ed alle esigenze dei cittadini rivolge anche un appello attraverso l’Avv. Marchetti “i cittadini devono denunciare, molto spesso si sottovaluta l’efficacia di una denuncia penale e molto spesso si gira la testa dall’altra parte pur in presenza di episodi gravissimi è il momento di dire basta ad atteggiamenti vili”.

Torna su
SalernoToday è in caricamento