Atti falsi per prendersi le indennità accessorie: sequestrati 23mila euro ad ex dirigente Cofaser

Le indagini hanno consentito di accertare le accuse di falso ideologico e materiale, induzione in errore e truffa aggravata ai danni d Ente pubblico a carico del dirigente

I finanzieri del comando provinciale di Salerno, su disposizione della Procura di Nocera Inferiore, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del locale tribunale, per oltre 23 mila euro. Le Fiamme Gialle hanno notificato il provvedimento cautelare reale ad un dirigenti del Co.Fa.Ser (Consorzio di Enti Pubblici costituito tra i Comuni di Mercato San Severino e Sarno) che, all’epoca dei fatti (anno 2018) rivestiva la carica di direttore generale di tale Concorzio.

L'inchiesta

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Anna Chiara Gasano e condotte dai finanzieri di Scafati, hanno consentito di accertare le accuse di falso ideologico e materiale, induzione in errore e truffa aggravata ai danni d Ente pubblico a carico del dirigente. Quest’ultimo, residente nell’agro nocerino sarnese, aveva messo in atto – secondo la Procura - un vero e proprio sistema truffaldino attraverso il quale, mediante la redazione di atti falsi, riusciva ad attribuire a se stesso, a titolo di indennità premianti accessorie, somme di denaro attinte illegalmente dai fondi destinati al consorzio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento