Amelie, la cucciola di Amstaff sottratta ai combattimenti clandestini

Il presidente Bernini (Difesa Protezione Animali) annuncia: "Andrò in Procura per chiedere un sequestro urgente sperando di riuscire a salvare altre vite dai combattimenti clandestini"

La cucciola

Grazie al tam tam in internet, la scorsa settimana, l’Enpa sezione Treviso è riuscita a sottrarre una cucciola di Amstaff che, proprio com’ era capitato ai suoi genitori, stava per esser ceduta per fini poco chiari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

A raccontare l’episodio è il presidente dell’associazione animalista Difesa Protezione Animali Paolo Bernini: “Le foto che accompagnavano l’annuncio della cucciola mostravano molossoidi costretti a duri ed estenuanti allenamenti, come ad esempio trascinare un’auto ferma legati ad essa mediante una corda. Questo quanto mi hanno raccontato i referenti dell’Enpa”. La vicenda si è verifica in provincia di Salerno. “La cucciola – continua Bernini - si trovava in stallo presso i volontari dell’Enpa Salerno e così, per evitarle ulteriore stress ho preferito accompagnarla in treno verso la sua nuova famiglia piuttosto che farla viaggiare in angusti furgoni. Ora è stata adottata dalla signora Mara di Treviso. È stato emozionante saper di aver contribuito, grazie ad un eccezionale lavoro di squadra, a regalarle una nuova vita. Ma non è finita qui! Ora stiamo tentando di scoprire che fine abbiano fatto i suoi fratellini e dove si trovino i genitori”. Una volta raccolte tutte le informazioni utili Bernini si recherà in Procura per chiedere “un sequestro urgente sperando di riuscire a salvare altre vite dai combattimenti clandestini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • Caso sospetto di Covid-19: chiuso temporaneamente il Pronto Soccorso a Nocera

  • Sparatoria ad Angri, ferito un imprenditore: a novembre un attentato alla sua azienda

Torna su
SalernoToday è in caricamento