Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Comunicazione e trasparenza sui dati dei vaccini anti-covid19 dei principali Paesi Europei

Italia, Germania, Francia, UK e Spagna a confronto sulla comunicazione e trasparenza dei dati relativi ai vaccini anti covid-19 durante la prima fase di somministrazione.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La prima fase della campagna vaccinale è partita, per quasi tutti i Paesi Europei, il 27 Dicembre 2020 con il simbolico V-Day. Ogni Paese ha sviluppato una strategia vaccinale ed una comunicativa. Questo articolo è frutto di uno studio della Dottoressa Francesca D'Antonio, specializzata in Comunicazione Pubblica, valutado l'andamento mediatico e le relative comunicazioni istituzionali dei principali Paesi Europei: 🇮🇹 Italia,🇩🇪 Germania,🇬🇧 UK, 🇫🇷 Francia e 🇪🇸 Spagna. Le scelte comunicative ricoprono un ruolo fondamentale in un momento così delicato, soprattutto in ambito pubblico/sanitario. Ne abbiamo avuto prova durante tutta la gestione della pandemia, in alcuni casi hanno significativamente condizionato la buona riuscita delle azioni adottate dai vari Paesi. ⚠️ La campagna vaccinale deve essere presentata e comunicata nel migliore dei modi. Essa, infatti, rappresenta un tema delicato in particolar modo essendo realizzata in un periodo storico in cui ogni minima informazione può essere distorta al punto da generare forti e contrastanti correnti di pensiero. Dai nomask ai novax ai negazionisti, abbiamo assistito alla nascita di gruppi in grado di condizionare fortemente il cittadino medio. ▶️ Nasce da qui la necessità della maggiore trasparenza possibile, con dati aggiornati frequentemente e costantemente accessibili al cittadino. Questo può dare una spinta vigorosa alla campagna aiutando gli organizzatori a sciogliere o anticipare, quando possibile, i dubbi. ❓In base a quanto detto sopra come si stanno comportando i Paesi oggetto di osservazione? 🟢 Prendendo in considerazione 4 criteri di trasparenza comunicativa che sono: 1️⃣ facilità di fruizione dei dati (intuitivi e leggibili da tutti i cittadini), 2️⃣ frequenza degli aggiornamenti, 3️⃣ suddivisione dei dati su base regionale, 4️⃣ disponibilità dei dati (ovvero la loro presenza effettiva su siti istituzionali), notiamo come l'Italia sia l'unico dei 4 paesi a soddisfare tutti i criteri. Qualcuno sarà sorpreso, qualcuno lo dava per scontato ed altri ne sottovalutano l'importanza: l'Italia è il Paese più "trasparente" sui dati relativi all'andamento vaccinale. Più nel dettaglio l'Italia si è contraddistinta grazie ai seguenti punti: -Sito web apposito -Aggiornamento costante dei dati (si aggiorna addirittura più volte al giorno, anche passata mezzanotte) -Un logo appositamente creato per la campagna vaccinale -Un progetto di padiglioni temporanei, a forma di fiore come il logo, da utilizzare per la somministrazione del vaccino nelle principali piazze italiane -Progettazione di totem informativi da localizzare nei luoghi pubblici. Questi punti sono molto importanti nel strutturare una campagna di sensibilizzazione che possa trasmettere affidabilità, trasparenza e positività. Lo stesso architetto Stefano Boeri, ideatore insieme al team di consulenti del logo, padiglioni e campagna creativa, ha spiegato così la scelta della primula 🌸 “Abbiamo voluto, grazie all’immagine di un fiore primaverile, una primula, creare un’architettura che trasmettesse un segno di serenità e rigenerazione. Se il virus ci ha chiuso negli ospedali e nelle case il vaccino ci riporterà finalmente a contatto con la vita sociale e con la natura che ci circonda. Vaccinarsi sarà dunque un passo di fiducia nel futuro, responsabilità civile e di amore verso gli altri.” ➡️ La scelta di creare visivamente qualcosa che trasmettesse positività in un momento così delicato ha dimostrato lungimiranza e un approccio alla comunicazione pubblica e sanitaria più moderno rispetto agli standard. Qualcosa di cui andarne fieri. ✅ Anche la messa a disposizione, fin da subito, di un sito web appositamente creato (seppure con la grande pecca che ad oggi ne manca un dominio) di facile comprensione, con tutti i dati dei vaccini costantemente aggiornati, divisi per regioni e demografia, rappresenta un unicum, ad oggi, nel panorama europeo. ❇️ Il sito non solo ci consente di tenere costantemente sott'occhio tutti i dati in maniera intuitiva ma, come sottolineano tanti studi, rappresenta anche un valido aiuto per innescare meccanismi di partecipazione. 🇩🇪 Per quanto riguarda gli altri Paesi europei presi in considerazione la Germania è, attualmente, il secondo in Europa per trasparenza comunicativa relativamente alla campagna vaccinale anti-covid19. Pur non avendo ancora un sito web apposito per la pubblicazione dei dati, essi sono disponibili su diverse pagine non difficili da rintracciare, se pur in forma di documento excel, aggiornato una volta al giorno, e più idoneo per i mass media che per il comune cittadino. 🇪🇸 Non diverso è il caso della Spagna che di recente ha aggiunto una sezione con i dati dei vaccini sul sito del ministerio de sanidad. I dati divisi per regione sono scaricabili in pdf ed in excel, con aggiornamenti ancora incostanti. 🇬🇧 Negli Uk si è preferito integrare i dati relativi al vaccino ai dati di aggiornamento dell'andamento della pandemia, sul proprio sito istituzionale, creando non poca confusione, ulteriormente peggiorata dal doppio dato su prima e seconda dose. 🇫🇷 In ultimo troviamo la Francia, dove un cittadino comune fatica a trovare informazioni relative all'andamento vaccinale. Vi è un rimando costante da un sito istituzionale all'altro senza capire esattamente dove vengano pubblicati i dati. Viene riportata con facilità la strategia vaccinale (la divisione in fasi) molto simile agli altri Paesi, ma non l'aggiornamento dei vaccini (lo stesso famoso sito dell'Università di Oxford "Our World in Data" riporta come fonte un profilo twitter). Vi segnalo inoltre un sito italiano dove vengono raccolti i dati dell'andamento vaccinale a livello mondiale, molto intuitivo e aggiornato con frequenza--> Gedi Visual Continuerò ad osservare l'andamento della comunicazione di questi Paesi nella speranza che possa integrarsi e migliorare affinché le varie strategie comunicative diventino uno strumento in più per vincere tutti insieme questa battaglia. Francesca D'Antonio.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunicazione e trasparenza sui dati dei vaccini anti-covid19 dei principali Paesi Europei

SalernoToday è in caricamento