Cronaca

Esercitazione Twist: concluse le prove per l'emergenza maremoto in città

L'assessore Cosenza: "Proseguiremo ora nell'attuazione del piano di potenziamento regionale che vedrà un investimento complessivo di 85 milioni di euro di fondi europei nei prossimi mesi"

Conclusa ieri, con il workshop Le sfide nella gestione delle emergenze multisettoriali, l'esercitazione per l'emergenza Maremoto a Salerno,  Twist - Tidal Wave In Southern Tyrrhenian sea organizzata dal Dipartimento della Protezione Civile e cofinanziata dalla Commissione Europea.

A prender parte alle operazioni, anche la Centrale Operativa del 118 provinciale di Salerno diretta dal dottor Raffaele Vincenzi che, con i suoi tre infermieri professionisti, ha collaborato, per quel che concerne gli interventi sanitari, per la ricerca e i soccorsi in mare, insieme pure alla Capitaneria e ai Vigili del Fuoco. Circa 2.500, intanto, gli uomini e le donne del sistema nazionale di protezione civile che hanno preso parte alle operazioni, sia nei centri di coordinamento locali e nazionale sia sugli scenari operativi allestiti a Salerno e in altri nove comuni della costa. Il Dipartimento della Protezione Civile ha messo in campo circa 200 persone, impegnate tra le attività esercitative sul territorio e la Dicomac (direzione di comando e controllo) campale allestita nel parcheggio dello stadio Arechi, che ha lavorato in stretto raccordo con la Sala Situazione Italia a Roma.  "Questo è il complesso sistema di protezione civile - ha osservato il Capo del Dipartimento, Franco Gabrielli, ringraziando tutti coloro che hanno preso parte al progetto Twist - Per noi è importante prepararci ed esercitarci, come abbiamo fatto anche in questi giorni, tenendo sempre presente il nostro obiettivo primario: l'interesse generale. E in questo dovremo sempre più coinvolgere i cittadini, dando loro tutte le informazioni per essere consapevoli dei rischi e sapere come comportarsi correttamente in caso di una eventuale emergenza".

''Proseguiremo ora - incalza l'assessore Cosenza - nell'attuazione del piano di potenziamento regionale che vedrà un investimento complessivo di 85 milioni di euro di fondi europei nei prossimi mesi." Il Settore protezione civile ha fornito supporto alle attività individuate dal Dipartimento e attribuite alla Regione, in particolare l'allestimento delle aree esercitative e degli scenari. Alla tre giorni hanno partecipato anche Forze Armate, Guardia Costiera - Capitaneria di Porto, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, operatori appartenenti ai team provenienti da Spagna, Portogallo, Francia, Croazia, Malta e Grecia, e un team di 7 esperti inviato da Bruxelles per il raccordo con il Meccanismo europeo di protezione civile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esercitazione Twist: concluse le prove per l'emergenza maremoto in città

SalernoToday è in caricamento