Omicidio Elisa Claps, Danilo Restivo condannato a 30 anni: i commenti

Dopo la condanna a 30 anni inflitta a Restivo dal gup Elisabetta Boccassini per l'omicidio di Elisa Claps numerose le reazioni dei protagonisti della vicenda

"La verità è venuta fuori, finalmente è stata fatta giustizia" così Filomena, madre di Elisa Claps, subito dopo la sentenza che ha condannato Danilo Restivo a 30 anni per l'omicidio della giovane studentessa potentina. Per la madre non è stato ovviamente facile affrontare il processo in questi giorni a Salerno: "Sono stati giorni duri, perché ho dovuto ripercorrere tutti gli anni". La madre della studentessa scomparsa nel 1993 e trovata cadavere in una chiesa di Potenza nel 2010 ha aggiunto: "La chiesa non doveva fare quello che ha fatto, né a me né ad Elisa, ed è la verità sulla chiesa quella che voglio". La chiesa di Potenza aveva chiesto di costituirsi parte civile nel corso del processo con rito abbreviato a carico di Restivo, ma il gup Boccassini aveva respinto la richiesta definendo la chiesa "negligente" nella vicenda. La madre di Elisa Claps ha quindi rivolto un commosso pensiero a chi ha vissuto e continua a vivere drammi simili al suo: "Un forte abbraccio" simbolico è stato dato dalla signora Filomena alle mamme di Yara Gambirasio, Sarah Scazzi, Emanuela Orlandi, Angela Celentano. Si è quindi rivolta alla madre di Danilo Restivo, così come aveva già fatto con l'accusato durante il processo: "Gli dica di dirmi la verità - ha detto mamma Filomena - ha sempre detto a suo figlio di restare in silenzio, di non dire niente. Gli dica di dirmi la verità".

"Cara sorellina, ce l'abbiamo fatta" così con visibile emozione Gildo Claps, fratello di Elisa, ha rivolto un pensiero alla sorella pochi minuti dopo la lettura della sentenza che ha condannato Danilo Restivo a 30 anni di reclusione. "Quel giorno della scomparsa - ha aggiunto Gildo Claps - avevo promesso ad Elisa che non avrei trovato pace sino a quando non avrei trovato il suo assassino e oggi giustizia è fatta". Ma proprio sulla giustizia si è espresso il fratello della studentessa: "Questa giustizia - ha aggiunto - è arrivata così tardi per responsabilità non certo di Danilo Restivo ma per le complicità e i mille inquinamenti di chi, seppure non potrà avere una condanna penale o profili di responsabilità penale, avrà sicuramente la condanna sociale di un paese intero".

"E' stata fatta giustizia nei limiti che una sentenza può fare per un fatto così grave" queste le prime parole pronunciate dal pm Rosa Volpe, che insieme al pm Luigi D'Alessio ha sostenuto l'accusa nel processo per l'omicidio Claps. Il magistrato ha detto che "c'è soddisfazione perché sono state accolte le nostre tesi".

Sulla sentenza si è espresso anche il sindaco di Potenza Vito Santarsiero a mezzo nota stampa: "La pena esemplare per l'omicidio violento, ingiustificato ed inaudito è un chiaro atto di giustizia rispetto ad una vicenda drammatica". Santarsiero ha ribadito vicinanza e solidarietà alla famiglia Claps, aggiungendo che "resta ancora da comprendere chi e in che modo si è reso complice della mano assassina come pure - ha concluso - sarà necessario eliminare ogni dubbio sulle circostanze che hanno portato al ritrovamento del corpo della povera Elisa".

 

 

 

 

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Covid-19: muoiono altri 4 positivi, 11 decessi in 24 ore nel salernitano. Altri casi in 10 comuni

Torna su
SalernoToday è in caricamento