rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Eboli

Eboli, il sindaco non partecipa alla cerimonia con De Luca: "Atto di protesta e dissenso"

Alla base della decisione la delibera regionale che, come scritto da Conte nella lettera aperta ai cittadini, "ha messo fine alla realizzazione, da tutti auspicata e voluta, compreso il Presidente De Luca, dell’Ospedale unico della Valle Del Sele"

"La scorrettezza istituzionale perpetrata nei confronti della città di Eboli mi impone di non partecipare all'inaugurazione dei lavori all'impianto di compostaggio nella zona industriale di Eboli quale atto di protesta e dissenso". È quanto scrive il sindaco di Eboli, Mario Conte, che questa mattina non parteciperà all’avvio dei lavori di riqualificazione dell’impianto di compostaggio di Eboli che vedranno anche la partecipazione del governatore de Luca.

La lettera

Le motivazioni in una lettera aperta ai cittadini: 

Cari concittadini, 
La delibera della Giunta Regionale n.367 del 19 giugno scorso, incomprensibilmente, ha messo fine alla realizzazione, da tutti auspicata e voluta, compreso il Presidente De Luca, dell’Ospedale unico della Valle Del Sele.

A differenza di chi ha governato la nostra Città dal 1996 al 2020, oggi autori di farneticanti comunicati e proclami tesi ad attribuire responsabilità a chiunque, fuorché a loro stessi, l’attuale Amministrazione, insediatasi solo nell’ottobre del 2021, si è attivata:

- nel chiedere l’immediata utilizzazione dell’importo di circa 22.000.000 di euro per le opere di ammodernamento tecnologico dell’Ospedale di Eboli, con la costruzione della nuova piastra emergenziale e l’adeguamento sismico

- nel sostenere la necessità di realizzare l’Ospedale unico della Valle Del Sele, come possono testimoniare gli incontri e l’istanza congiunta con la Sindaca di Battipaglia, firmata il 9 gennaio 2023, nonché la mobilitazione avviata con assemblee pubbliche e consigli comunali monotematici;

- nell’effettuare il sopralluogo il 30 gennaio 2023 con il direttore generale dell’Asl ing. Sosto e l’ing. Di Maio (ora R.U.P. dell’attuale procedimento introdotto con la delibera regionale) per individuare le possibili aree su cui realizzare il futuro Ospedale unico.

- nel redigere, infine, i recenti documenti del 30 marzo e del 24 maggio (a firma congiunta dei Sindaci di Eboli, Campagna, Altavilla Silentina, Albanella, Serre, Sicignano Degli Alburni, Postiglione, Buccino, Oliveto Citra e Contursi Terme, nonché di comitati e sigle sindacali) a tutela e potenziamento dell’Ospedale di Eboli ed in generale delle strutture sanitarie sul territorio.

La scelta operata dalla Giunta Regionale è sbagliata nel merito e nei modi, in quanto assunta in gran segreto mentre si fingeva di interloquire con i Sindaci di un territorio che certamente ha bisogno dell’Ospedale unico della Valle Del Sele e non di un nuovo singolo Ospedale a Battipaglia o Eboli.

A breve, inoltre, verrà convocata l’assise cittadina a partecipazione pubblica, affinché insieme a tutte le forze politiche, sociali e sindacali della nostra Città possiamo assumere tutte le iniziative finalizzate a modificare la scelta della Regione Campania.

Oggi, più che mai, è il momento dell’unione e del senso di comunità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eboli, il sindaco non partecipa alla cerimonia con De Luca: "Atto di protesta e dissenso"

SalernoToday è in caricamento