menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bracconaggio: molte operazioni concluse abilmente dalle Guardie del WWF

Dopo al riapertura della stagione di caccia, infatti, gli uomini del WWF di Salerno hanno intensificato i controlli sul territorio di tutta la provincia per contrastare la pretica del bracconaggio

Si riapre la caccia e ricominciano i controlli e le denunce delle Guardie del WWF di Salerno. Dopo al riapertura della stagione di caccia, infatti, gli uomini del WWF di Salerno hanno intensificato i controlli sul territorio di tutta la provincia per contrastare la pretica del bracconaggio. Sono stati molti i verbali e i sequestri di armi e munizioni ai danni di bracconieri. Grazie alle segnalazioni di comuni cittadini, infatti, i volontari del WWF sono intervenuti nei comuni dell'Agro Nocerino Sarnese. Hanno, quindi, sequestrato alcuni riachiami acustici vietati e verbalizzato diversi cacciatori per infrazioni alle disposizioni di legge in relazione alla corretta osservanza e trascrizione delle indicazioni obbligatorie per l’esercizio dell’attività di caccia sul tesserino Regionale e per l’ausilio di cani da ferma.

Ad Eboli, poi, alcuni cacciatori, fuggiti alla vista delle Guardie Ambientali, hannno lasciato sul terreno diversi esemplari di Tortora dal collare, illegalmente abbattuti e nei cui confronti la caccia è vietata. Sempre nella Piana del Sele, infine, due persone sono state denunciate per aver abbattuto nove esemplari di Colombaccio, specie per la quel la caccia non è ancora consentita. Durante le operazioni sono stati, poi, rilevati anche diversi illeciti ambientali tra cui inquinamento delle acque del fiume Sarno e depositi di rifuiti abusivi, per i quali sono state emesse denunce all'Autorità Giudiziaria.

"E'nostro fermo dovere e volontà continuare a contrastare questi fenomeni di irresponsabili attività, che irrimediabilmente compromettono la stabilità dell’ecosistema, distruggono la vita, la biodiversità tutta – commenta Alfonso De Bartolomeis, coordinatore provinciale del Nucleo Guardie del WWF di Salerno – il nostro dovere è quello di essere presenti sul territorio e promuovere tutela e salvaguardia della natura tutta e della vita, ci sono regole e condizioni che vanno rispettate - conclude - lavoreremo senza indugi per questo e lotteremo con grande forza e volontà per contrastare chi non si rende conto che la vita è sacra e che distruggendo la natura, annulliamo la nostra stessa esistenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento