rotate-mobile
Cronaca

Contributi scolastici, Cobas e M5S: "Chiediamo trasparenza al Ministro Carrozza"

"Le scuole possono solo invitare le famiglie - hanno ribadito - ma successivamente all'iscrizione, al versamento di ulteriori contributi che devono essere utilizzati esclusivamente per l'arricchimento dell'offerta formativa"

A breve, nelle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia, si avvieranno le iscrizioni alle classi prime che devono essere effettuate esclusivamente online, mentre sono disposte d’ufficio le iscrizioni alle classi successive. I Cobas Scuola ed il Movimento Cinque Stelle di Salerno, intanto, avvisano i genitori in merito alla non obbligatorietà dei contributi scolastici: "Capita che i genitori vengano  invitati a recarsi nelle Scuole per completare l’iscrizione mediante il versamento di un contributo scolastico, dai 20 ai 150 euro , che spesso viene fatto passare come obbligatorio o condizionato all’accesso ad  alcune attività scolastiche o all’uso di laboratori e materiale didattico- spiegano - I genitori pertanto, devono essere preventivamente informati che  tutto quello che si deve pagare alla scuola pubblica sono le tasse scolastiche erariali, ma solo per le classi quarte e quinte".

"Le scuole possono solo invitare le famiglie - hanno ribadito - ma successivamente all’iscrizione, al versamento di ulteriori contributi che devono essere utilizzati esclusivamente per l’arricchimento dell’offerta formativa e non per l’acquisto di materiale amministrativo. Tali contributi, anche se deliberati dal Consiglio d’Istituto, sono volontari così come viene ribadito  nella Nota del Miur n.593 del 7 marzo 2013".

Puntano il dito contro i "dirigenti scolastici, che hanno sostenuto e coperto  le politiche di immiserimento materiale e culturale della scuola, provando a scaricare sulle stremate  famiglie i costi dei tagli criminali perpetuati contro la Scuola pubblica, anche utilizzando metodi discutibili e discriminatori, nonché lesivi del diritto allo studio costituzionalmente garantito". Presentata, dunque, una interrogazione parlamentare al Ministro Carrozza dai cittadini portavoce in Parlamento del Movimento 5 Stelle, Silvia Giordano e Luigi Gallo, affinchè famiglie e studenti ottengano informazioni chiare sulla destinazione dei contributi richiesti e trasparenza sul loro uso, esigendo i preventivi di spesa e il rendiconto finale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi scolastici, Cobas e M5S: "Chiediamo trasparenza al Ministro Carrozza"

SalernoToday è in caricamento