Vongole senza requisiti sanitari: controlli nelle pescherie a Salerno e Napoli

Al setaccio, diverse attività per scovare vongole vendute senza i requisiti sanitari richiesti e che provengono da acque inquinate, dove è vietata la pesca

Vendita illegale di vongole contaminate, nelle pescherie e negli esercizi commerciali nelle città di Napoli e Salerno: la Procura di Torre Annunziata e la Capitaneria di Porto di Castellammare stanno indagando su una presunta attività criminale che metterebbe a rischio la salute dei cittadini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli

Al setaccio, infatti, diverse attività per scovare vongole vendute senza i requisiti sanitari richiesti e che provengono da acque inquinate, dove è vietata la pesca, precisamente nella foce del Sarno presso lo scoglio di Rovigliano. Il tutto deriva dal bracconaggio ittico. Si consiglia di prestare molta attenzione e verificare sempre la provenienza del prodotto acquistato. Il monitoraggio da parte degli enti preposti, intanto, continua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, nuovo caso positivo a Battipaglia: l'appello della sindaca

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

Torna su
SalernoToday è in caricamento