Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

III Convegno del volontariato penitenziario a Pompei: l'appuntamento

"Con l'anno della Misericordia e gli appelli di Papa Francesco, sono nate tante iniziative verso il Carcere", ha raccontato il delegato regionale Don Rosario Petrone, componente, tra l'altro, del progetto nazionale della Caritas "Liberare la pena"

"Sensibilizzare per liberare: dall'impegno alla progettualità": questo il titolo del III convegno del volontariato penitenziario che si terrà il 10 giugno, a Pompei, e che vedrà riuniti tutti i cappellani delle Carceri della Campania. Dopo il saluto alle 9.30 del Vescovo  Pasquale Cascio, prenderà la parola il delegato regionale dei Cappellani, Don Rosario Petrone, parroco salernitano. A seguire, le relazioni di Cinzia Neglia della Caritas Italiana e di Francesco Cosentino, vice presidente del Seac. Prima del dibattito e della presentazione dei progetti, dunque, interverrà anche il dottor Giuseppe Martone, Provveditore Reggente.

"Con l'anno della Misericordia e gli appelli di Papa Francesco, sono nate tante iniziative verso il Carcere- ha spiegato il delegato Don Rosario Petrone, componente, tra l'altro, del progetto nazionale della Caritas Liberare la pena- Con i cappellani del Carcere si pensò di organizzare un evento a Pompei, coinvolgendo il Prap, i direttori degli istituti penitenziari e i volontari: con la giornata della Misericordia, siamo riusciti a portare a Pompei quasi 2000 detenuti. Don Raffaele Grimaldi, allora delegato regionale, è stato nominato ispettore nazionale dei cappellani del Carcere e sono, quindi, subentrato io come delegato regionale: cercheremo di portare avanti tutto quello che ha avviato Don Raffaele", ha concluso il delegato. Prevista una folta partecipazione per il 10 giugno, presso il Santuario di Pompei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

III Convegno del volontariato penitenziario a Pompei: l'appuntamento

SalernoToday è in caricamento