Emergenza Covid-19, l'appello del Comune di Sala Consilina a tutti i contagiati

L'amministrazione comunale lancia un accorato appello alla cittadinanza affinchè le persone affette dal virus lo dichiarino pubblicamente per ricostruire, in maniera più rapida, la rete dei contatti

Dopo i nuovi contagi verificatisi nel Vallo di Diano, l’amministrazione comunale di Sala Consilina lancia un accorato appello a tutta la popolazione affinchè i cittadini risultati positivi al Coronavirus lo dichiarino pubblicamente per ricostruire, in maniera più rapida, la rete dei contatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco la lettera:

“Cari concittadini,
ci troviamo Tutti,tutti …a combattere una battaglia contro un nemico che non sappiamo bene dove si nasconde! Il nostro è un appello ai nostri concittadini, che non volendo,senza colpa alcuna e sfortunatamente hanno contratto (in teoria semplicemente solo magari prima di noi tutti!) il Covid-19 e ai loro familiari a dichiarare essi stessi,o ad autorizzare noi a dirlo, di essere i malcapitati. Lo hanno fatto del resto tanti personaggi famosi che stanno superando il tutto e stanno bene: Dybala, Maldini, Placido Domingo,Nicola Zingaretti, Edmondo Cirielli, Giuliana De Sio e tanti tanti altri, a riprova che purtroppo sta diventando la normalità! Lo stesso Vicesindaco di Auletta, al quale vanno i nostri migliori auguri di una pronta guarigione, lo ha pubblicamente dichiarato, perchè ama il suo paese e vuole aiutarlo,difendendolo grazie alla chiarezza,alla normalità del dire:”E’capitato pure a me. Attenti. State a casa”. Perchè farlo? Perchè ricostruire la catena dei contatti avuti è fondamentale per arginare l’epidemia ed uscire da questo incubo, ma è anche pressochè impossibile a meno che ognuno di noi non capisca, quindi sappia,se con un nostro concittadino ha avuto un normalissimo contatto, che sia una stretta di mano o un caffè al bar…Ognuno di noi può contrarlo,ognuno di noi. Anche noi che ora siamo qui a scrivere potremmo averlo contratto,essere asintomatici e,non sapendolo, contagiare le persone con le quali entriamo in contatto,alla Posta,in Banca,al supermercato. E’ una semplice chiarezza che fa bene ai nostri genitori,ai nostri nonni, figli e nipoti. Ed è un atto di Amore e rispetto nei confronti di un’intera comunità che sta lottando come tante. Abbiamo oramai tutti noi gli strumenti per capire che il Covid-19 è un virus dal quale si può guarire totalmente. Sono lontani i giorni in cui si poteva essere tacciati di essere degli “untori”. No, non più. Non è più quello.Lo sappiamo. Ma tutti devono sapere per mettere essersi stessi in isolamento,in quarantena, qualora ricordino di avere avuto un contatto e preservare i loro cari e noi tutti. Non è tempo di privacy,può capitare a Tutti. Punto. E’ in gioco la salute di migliaia di persone. Aiutateci ricostruire la catena dei vostri contatti, possono essere anche i nostri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento