Emergenza Coronavirus, l'Asl di Salerno "chiama" i medici in pensione

Il bando redatto dai vertici di via Nizza è rivolto ad anestesisti, pneumologi, infettivologi, cardiologi, medicina interna, pronto soccorso e diagnostica. L'obiettivo è rafforzare, temporaneamente, l'organico negli ospedali

L’Asl di Salerno ha deciso di reclutare i medici in pensione per affrontare l’emergenza Coronavirus. Il bando è rivolto ad anestesisti, pneumologi, infettivologi, cardiologi, medicina interna, pronto soccorso e diagnostica.  

I dettagli

La manifestazione di interesse prevede rapporti di lavoro che avranno durata non superiore a sei mesi, eventualmente prorogabili in ragione dello stato di emergenza fino al 2021. Tale decisione è scaturita dalla carenza di personale sanitario all’interno delle strutture ospedaliere per via del blocco del turnover. Il compenso orario previsto è pari a 60 euro lordi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona rossa: spostarsi in un altro comune? Per la spesa sì, per il parrucchiere no

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ictus fulminante: muore a 54 anni il dottor Luongo, il cordoglio del sindaco di Montano Antilia

Torna su
SalernoToday è in caricamento