menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso sospetto di Covid.19 all'ospedale di Nocera: chiuso il Pronto Soccorso

Si tratta di un paziente di 62 anni, originario di Nocera Superiore, che è giunto da Scafati ed ora si trova in Rianimazione. Il M5S critica le scelte della direzione ospedaliera

Nuovo sospetto caso di Coronavirus all’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore, dove una paziente di 62 anni, originaria di Nocera Superiore, è arrivata al pronto soccorso con un’ambulanza del 118 proveniente da Scafati.  Attualmente è ricoverata in Rianimazione poiché, nel pomeriggio, le sue condizioni di salute si sono aggravate. L’area del pronto soccorso resterà chiusa fino alle 20 per consentire la sanificazione degli ambienti.

La polemica

Gli esponenti del Movimento 5 Stelle della provincia di Salerno intervengono sul focolaio di contagi registrati all’ospedale nocerino: “La causa è da individuare in una gestione errata dell’emergenza Covid 19” “Abbiamo inviato questa mattina una lettera al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, al Direttore dell'Asl Salerno Mario Iervolino, e al Direttore Generale della Protezione Civile regionale Italo Giulivo, per segnalare alcune gravi criticità registrate nel presidio ospedaliero di Nocera. Criticità acuite dall’appello rivolto ieri dai sindaci di Nocera Inferiore e di Nocera Superiore, per i gravi casi di contagio registrati all’interno della struttura. Innanzitutto l'insufficienza di macchinari per la terapia intensiva, mancanza di farmaci retrovirali, ma anche gravi carenze di maschere FFP2, FFP3, tute e gambali” – dichiarano in una nota congiunta le senatrici Luisa Angrisani e Felicia Gaudiano, la deputata Virginia Villlani e il consigliere regionale Michele Cammarano. “In questi giorni abbiamo ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini e operatori sanitari preoccupati e allarmati. Viviamo un momento di grave emergenza sanitaria, ma è prioritario evitare che il livello di allerta, che si registra in alcune regioni del Nord, si verifichi anche qui in Campania. Nella nostra Regione infatti, dobbiamo già fare i conti con una profonda fragilità del Sistema Sanitario Regionale. E’ necessario fare ogni sforzo possibile al fine di garantire la sicurezza degli operatori sanitari e le migliori cure possibili ai pazienti, facendo ognuno la propria parte con spirito collaborativo. Per questo non solo occorre individuare zone di sicurezza come è avvenuto in altre strutture sanitarie campane, ma addirittura prevedere il commissariamento della direzione sanitaria”. 

La proposta

"Chiusura e sanificazione dell’Umberto I". Ad avanzare la richiesta è l’avvocato Raffaella Ferrentino, alla luce dei diversi casi di contagio da Covid-19 registrati nel presidio di Nocera Inferiore. L’esponente del movimento Legalità e Trasparenza invita la Regione Campania e i sindaci delle due Nocera a intervenire al più presto per evitare una ulteriore diffusione della patologia che trasformi la struttura in un focolaio, come avvenuto altrove: "La situazione all’Umberto I a causa dei numerosi contagi da Coronavirus – sottolinea Ferrentino – A nome di tanti cittadini che ci stanno contattando preoccupati, esorto a valutare la chiusura immediata dell’ospedale per una sanificazione dell’intera struttura. Non disponendo l’ospedale di strumentazione adeguata di protezione di tutti i comparti, e al fine di evitare il diffondersi dei contagi, che potrebbe rivelarsi una catastrofe, sembra essere l’unica soluzione percorribile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Indice RT: in Campania il più basso d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento